Spezia-Napoli, dove vederla. Obiettivo tre punti

0
209

I partenopei possono solo vincere per poter rientrare tra le prime quattro. I liguri vogliono mettersi al sicuro

Spezia-Napoli, dove vederla

Spezia-Napoli, dove vederla

Spezia-Napoli, dove vederla – Una delle prime incrinature del rapporto tra il tecnico Gennaro Gattuso e il presidente Aurelio De Laurentiis si presentò subito dopo la sconfitta del Napoli in casa contro lo Spezia, quando alla formazione allenata da Vincenzo Italiano riuscì l’impresa di conquistare tre punti al Maradona. De Laurentiis si complimentò con l’allenatore avversario e da quel momento emerse chiara l’intenzione di voler cambiare la guida tecnica degli azzurri al termine della stagione. Ringhio pur conoscendo il suo futuro, con ancora l’attuale certezza che non allenerà i partenopei la prossima stagione, ha fatto di tutto per rialzare la squadra, grazie a un filotto di vittorie che ha permesso alla formazione campana di ambire nuovamente per un piazzamento in Champions League alla fine del campionato. Il pareggio con il Cagliari ha di nuovo complicato la realizzazione delle ambizioni del tecnico calabrese, se non altro per mettere in difficoltà il suo presidente. Ora in quattro gare rimaste saranno necessari 12 punti per poter assicurarsi l’accesso alla massima competizione europea, ovvero il bottino pieno. Contro i bianconeri oggi pomeriggio non sarà facile, perché anche la squadra ligure ha bisogno di punti, ma nel suo caso per mettersi al sicuro di fronte a una lotta per la salvezza che è improvvisamente diventata più incerta (diretta tv dalle 15 su Sky Sport Serie A, Sky Sport Canale 202 e canale 252). Crotone e Parma sono già retrocesse, ma per evitare il terzultimo posto che condannerebbe i liguri al ritorno in B è ancora bagarre con tutte le altre nella zona calda della classifica, con gli ultimi quattro match che saranno di fatto decisivi. Entambe le formazioni sono così chiamate a giocarsi tutto, con l’arbitro Irrati di Pistoia che dirigerà l’incontro. Per quanto l’interesse di Gattuso sia una questione d’onore, per la squadra e il resto della società sarà fondamentale raggiungere almeno il quarto posto, un piazzamento che condizionerà notevolmente la prossima campagna di calciomercato, la scelta del nuovo allenatore e anche le ambizioni di questa squadra nel prossimo futuro, dati i tanti risultati altalenanti che hanno condizionato la stagione corrente. Lo Spezia sa invece di essersi comportato molto bene, anche nei confronti con le più grandi, ma un campionato aperto come è stata quest’anno la Serie A non dà certezze a nessuna delle squadre che sono in lotta per rimanerci.

Così in campo

Per ottenere i tre punti Gattuso deve fare i conti con gli infortuni di Koulibaly e Maksimovic, che riportano di fatto la difesa in emergenza per almeno due settimane. Ringhio punterà così su Manolas e Rrahmani, facendo affidamento al resto della squadra titolare. Mertens, apparso un po’ stanco nelle ultime giornate, partirà dalla panchina, ma l’allenatore del Napoli può almeno godersi un Osimhen ritrovato come vertice offensivo dei partenopei. Con Meret in porta, la difesa decimata si appoggerà a Mario Rui e Di Lorenzo, mentre in mediana giocheranno i soliti Demme e Fabian Ruiz. Sulla trequarti Insigne, Zielinski e Politano a dare supporto al centravanti nigeriano. Lo Spezia risponderà invece con il suo ostico 4-3-3 di Italiano, che già nella partita d’andata aveva portato bene ai liguri. Il tridente sarà formato da Agudelo, Piccoli e Gyasi, con Nzola ancora escluso perché squalificato. A centrocampo Ricci nel ruolo di regista sarà affiancato da Maggiore ed Estevez, mente per il portiere Provedel la difesa sarà formata da Marchizza e Vignali sulle fasce, Erlic e Imsajli come coppia centrale. Bissare il colpo della partita d’andata anche in casa non sarebbe male per lo Spezia, in modo tale da garantirsi la salvezza. La salvezza, per ben altri motivi più simbolici e meno calcistici è però anche l’ambizione del Napoli, perché una squadra pensata per vincere non può più permettersi di perdere punti per strada. Ormai restano quattro fermate per aggiudicarsi l’Europa e nessuna di queste può essere saltata.

 

 

Potrebbe interessarti anche -> Roma-ManchesterUtd 3-2: vittoria senza qualificazione

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter