Russia, sparatoria in una scuola: 11 morti e 32 feriti

0
95

Pesante il bilancio di una sparatoria in una scuola in Russia: 11 morti, tra cui 10 studenti, e almeno 32 feriti

(Screenshot video)

Da quando Joe Biden si è insediato alla Casa Bianca la tensione è alle stelle tra gli Stati Uniti e la Russia: a minare le loro relazioni diplomatiche i dossier relativi all’Ucraina, ad Alexej Navalny, il principale oppositore di Vladimir Putin, rinchiuso in carcere e di cui la comunità internazionale reclama il rilascio, e le accuse di Washington a Mosca di interferenze tramite la diffusione di fake news nell’ultima campagna elettorale per le presidenziali per screditare lo sfidante Biden e favorire la riconferma del Presidente in carica, il tycoon Donald Trump. Ebbene, sotto un punto di vista, tragico purtroppo, quello delle sparatorie nelle scuole, le due ex Superpotenze dell’era della Guerra Fredda sono sulla stessa barca.

LEGGI ANCHE –> Usa, sparatoria durante una festa di compleanno: 7 morti

E’ di 11 morti in Russia il bilancio di una sparatoria avvenuta in una scuola a Kazan, nella Repubblica del Tatarstan: lo ha reso noto l’agenzia di stampa Novosti citando i servizi regionali d’emergenza. Le vittime sarebbero un insegnante e 10 studenti. Due gli aggressori, un 17enne e un suo complice.

Russia, sparatoria in una scuola. Un testimone: “Molti ragazzi sono saltati dal terzo piano”

Un ragazzo, ha reso noto Ria Novosti, sarebbe stato fermato dalla polizia mentre un secondo assalitore sarebbe stato ucciso dalle forze di sicurezza. “Secondo le informazioni preliminari, il secondo assalitore in una scuola a Kazan, che rimaneva nell’edificio, è stato ucciso”, così una fonte citata dalla Tass.

LEGGI ANCHE –> Usa, fu giustiziato per omicidio ma il Dna sull’arma del delitto è di un altro

Nella sparatoria sono rimaste ferite almeno 32 persone di cui 4 sono stati ricoverate in ospedale. Secondo quanto riferito inoltre dalla Ria-Novosti, tra le vittime ci sarebbero anche due ragazzi morti dopo essere precipitati dal terzo piano dell’edificio scolastico mentre cercavano di mettersi in salvo. Infatti, come riferito alla Tass da un testimone che stava transitando davanti all’edificio scolastico al momento della sparatoria, “diversi ragazzi sono saltati fuori dalle finestre del terzo piano, a un certo punto, presumibilmente nel tentativo di sfuggire a qualcuno che li stava inseguendo”.