Sassuolo-Juventus 1-3, bianconeri a tutto Dybaldo: Tabellino e Highlights

0
143

CR7 e la Joya respingono i neroverdi. Rete di Raspadori dopo la parata di Buffon sul rigore di Berardi

Sassuolo-Juventus: Tabellino e Highlights

Sassuolo-Juventus 1-3, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Sassuolo-Juventus: Tabellino e Highlights – La Juventus si presenta al Mapei Stadium nel pieno di una crisi di nervi, con spaccature sempre più evidenti tra società, squadra e allenatore. Prima la sconfitta pesante in casa con il Milan, poi i contrasti tra Paratici e Nedved, l’isolamento di Ronaldo dopo la crisi di credibilità per la vicenda legata alla Superlega e alle conseguenti ripercussioni della Uefa, infine l’addio amaro di Buffon, che questa sera con il Sassuolo sarà comunque titolare al posto del collega Szczesny. I bianconeri sono obbligati a vincere, se vogliono continua re a sperare in un piazzamento in Champions League il prossimo anno, anche se il destino della squadra di Andrea Pirlo, allenatore dalla posizione sempre più precaria, non dipende più solo dalle prestazioni della Vecchia Signora. I neroverdi allenati da Roberto De Zerbi confidano in una buona partita, non solo per mettere il dito nella piaga di un’avversaria temibile e blasonata come la Juve, ma soprattutto per raccogliere punti preziosi per rimanere in corsa nella Conference League, la terza competizione della Uefa, proprio quando la Roma deve affrontare un’avversaria solida, pur se sazia dello scudetto appena vinto, come l’Inter. I neroverdi hanno un buon approccio alla gara e non a caso Berardi già a un quarto d’ora dall’inizio della partita ha sui piedi la possibilità di portare in vantaggio i suoi con un calcio di rigore fischiato subito dall’arbitro Giacomelli, senza neanche l’intervento del Var. L’attaccante degli emiliani però sbaglia e la Juventus dopo il primo spavento e dopo aver subito l’iniziativa dei padroni di casa riesce a entrare in partita e a reagire. Un ribaltamento di fronte permesso però ancora una volta da un fuoriclasse come Gialuigi Buffon, che nonostante l’addio appena annunciato ha dato dimostrazione di quanto sia ancora in grado di competere a questi livelli. Una serie di ammonizioni già nella prima frazione di gioco, con i cartellini gialli per Marlon, Danilo e Chiesa, ma è proprio l’esterno bianconero a dare maggiore vivacità alla manovra offensiva degli ospiti. Grazie all’iniziativa dell’ex viola è il centrocampista francese Rabiot a sbloccare il risultato, mentre sarà lo stesso Cristiano Ronaldo a raddoppiare allo scadere della prima frazione di gioco. Un risultato pesante rispettivamente a quello che si è visto nel corso della prima metà di gara, perché il Sassuolo di De Zerbu è comunque sempre stato capace di tenere il campo, per quanto meno fortunato e condizionato dall’errore del dischetto degli undici metri di un trascinatore come Berardi, questa sera non lucido in fase di finalizzazione, per quanto fosse stato sempre presente nelle azioni offensive dei neroverdi. La Juve raccoglie così il massimo da una partita che poteva complicarsi. Si va così negli spogliatoi con gli ospiti in vantaggio di due reti.

Ripresa

Non ci sono cambi al momento del rientro dagli spogliatoi, con Pirlo e De Zerbi che preferiscono proseguire con gli stessi undici. Nel secondo tempo saranno però ancora più decisivi i campioni della Juventus, con Dybala che sale in cattedra con un gol di pallonetto che super Consigli e vale l’1-3, un punteggio che rimarrà tale fino alla fine della gara dopo la rete del giovane attaccante Raspadori, che per un momento al 59′ aveva ridato speranza alla squadra di casa. Il Sassuolo gioca bene, ma lo stesso CR7 e il suo compagno di reparto argentini sono apparsi più decisivi nel tenere i neroverdi dietro la linea del pallone, costringendoli a difendere. Mentre la Joya è apparsa quella dei tempi migliori, facendo capire ai tifosi quanto sia mancato ai bianconeri nel corso di un’intera stagione, il portoghese sembra aver risposto a tutte le critiche a lui mosse, tornando a una prestazione degna di lui. Entrambi sono andati in gol marcando la 100esima rete con la maglia bianconera, un record importante per entrambi. De Zerbi prova a inserire anche giocatori offensivi come Djuricic e Defrel per provare a rimontare, ma la Juventus in questa sera è riuscita ad essere più solida rispetto alle ultime partite giocate. Un approccio e anche un linguaggio del corpo positivo per i giocatori della Juventus questa sera, nonostante l’attitudine della e da Vecchia Signora vad ora riconfermata nelle ultime e fondamentali partite della stagione.

 

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Milan 0-3: impresa rossonera

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Sassuolo-Juventus: Tabellino e Highlights

Reti: Rabiot 28′, Ronaldo 45′, Raspadori 59′, Dybala 66′

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli, Kyriakopoulos (Rogerio 77′), Ferrari, Marlon, Toljan (Chiriches 56′), Locatelli, Obiang (Maxime Lopez 56′), Boga (Djuricic 77′), Traore (Defrel 56′), Berardi.
Allenatore: Roberto De Zerbi

Juventus (4-4-2): Buffon, Alex Sandro, Bonucci, De Ligt, Danilo, Chiesa (Cuadrado 81′), Rabiot, Arthur (Bentancur 62′), Kulusevski, Dybala (McKennie 81′), Ronaldo.
Allenatore: Andrea Pirlo

Arbitro: Piero Giacomelli

Ammoniti: Marlon, Danilo, Chiesa

Espulsi: –

Highlights QUI