Bonucci, pressioni per far cambiare procuratore: indagine della Figc

0
140

Leonardo Bonucci è finito della bufera che ha riguardato la sua agenzia: avrebbe fatto promesse ai colleghi se avessero cambiato

Bonucci juventus
Leonardo Bonucci, il capitano della Juventus (Getty Images)

Potrebbe esserci un caso Bonucci nell’ambito della guerra tra procuratori che da qualche giorno la stampa sta raccontando. Secondo quanto riportato da Il Messaggero. il difensore della Juventus e della Nazionale avrebbe fatto pressioni su altri calciatori affinché lasciassero i propri procuratori per passare con il suo, Alessandro Lucci, il fondatore della World Soccer Agency. Recentemente è riuscita ad allargare le procure di altri calciatori per gestirne gli affari come Gaetano Castrovilli, Dejan Kulusevski e Gianluca Scamacca.

Già presenti nelle liste dell’agenzia i romanisti Dzeko, Florenzi e De Rossi. Ora la Procura Federale potrebbe accendere i riflettori sull’operato di Bonucci che sarebbe stato per la World Soccer Agency l’elemento principale attraverso il quale avrebbe fatto pressioni sui colleghi, nello spogliatoio della Nazionale e della Juve, affinché passassero nella sua agenzia, con promesse di lauti compensi. Tutte ipotesi al momento che probabilmente saranno oggetto di approfondimento dei giudici federali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Atalanta-Juventus, dove vederla. Finale alla pari

Leonardo Bonucci (Getty Images)

L’Aiacs, l’Associazione Italiana Agenti Calciatori e Società è al lavoro con la racconta del materiale nel quale si evidenzierebbe la poca liceità di alcune attività. Tutto il materiale è stato consegnato alla Commissione federale agenti sportivi che si occupa appunto di indagare e giudicare eventuali illeciti di agenti sportivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Euro 2020, ecco i 33 scelti da Mancini: tra di loro c’è anche Raspadori

Tra i vari personaggi coinvolti ci sarebbero anche altri che appartengono al mondo istituzionale. Il normale passaggio di parola che può avvenire tra i calciatori per cambiare procuratore, sarebbe quindi diventato un’azione di pressione con in cambio promesse come la convocazione in Nazionale.