Prometteva un posto di lavoro in cambio di sesso: arrestato un 44enne

0
76

Un pregiudicato di 44 anni, in provincia di Taranto, è stato arrestato con le accuse di stalking e violenza sessuale in quanto prometteva un posto di lavoro in cambio di un rapporto sessuale

(Getty Images)

Non ci solo gli uomini che in nome di un amore malato, intossicato da un gelosia ossessiva, al limite del patologico, e da retriva e inaccettabile concezione della donna quale oggetto di proprietà, maltrattano, sottopongono a violenze psicologiche e fisiche le loro partner fino, purtroppo in molti casi, a ucciderle; ci sono anche rappresentanti del genere maschile che approfittano delle fragilità e delle precarie condizioni economiche di alcune donne per soddisfare i loro infimi istinti sessuali.

LEGGI ANCHE –> Foggia, arrestato il sindaco dimissionario Franco Landella: l’accusa

A riprova, un pregiudicato di 44 anni, residente a San Giorgio Ionico, in provincia di Taranto, è stato arrestato con le accuse di stalking e violenza sessuale dal momento che prometteva un posto di lavoro in cambio di un rapporto sessuale.

Taranto, prometteva un posto di lavoro in cambio di sesso: arrestato un 44enne. Indagini avviate dopo la denuncia di una ragazza

Le indagini, culminate nell’arresto del pregiudicato 44enne, sono scattate dopo che una ragazza di Grottaglie, in provincia di Taranto, ha denunciato di aver conosciuto un uomo che, approfittando delle sue precarie condizioni economiche e di quelle della sua famiglia, millantando di essere dipendente di un’impresa dell’indotto di una grande azienda della zona di Taranto, presso la quale, come emerso dalle indagini, non ha mai lavorato, le aveva promesso un impiego in cambio di un rapporto sessuale.

LEGGI ANCHE –> Chianti, esplosione in una casa, ritrovato il corpo della donna: 3 morti

Il pregiudicato provvedeva anche alla spesa alimentare della famiglia della ragazza ma dopo l’ennesimo rifiuto di quest’ultima ha reagito negandole i prodotti alimentari acquistati: a questo punto la ragazza ha deciso di interrompere definitivamente i rapporti con il suo interessato “benefattore”, il che, però, ha indispettito il 44enne al punto tale che quest’ultimo ha incominciato a perseguitare la donna, la madre e un loro amico intervenuto per dirimere la questione, successivamente aggredito in strada.