Arturo Vidal e la quarantena violata. Aperta un’inchiesta sul calciatore dell’Inter

0
81

Arturo Vidal e la quarantena violata. Aperta un’inchiesta sul calciatore dell’Inter.

Arturo Vidal
Arturo Vidal (Getty Images)

Arturo Vidal e sempre stato un grande giocatore, ma mai un tipo tranquillo. Anche negli anni trascorsi a Torino, sponda bianconera, il centrocampista cileno non esitava ad infilarsi in feste, ricevimenti ed incontri di varia natura. La sua importanza all’interno del rettangolo verde ha spesso fatto chiudere gli occhi alle dirigenze che lo hanno dovuto gestire. Se alla Juventus avesse avuto Giampiero Boniperti come presidente, avesse avuto altre conseguenze.

Ti potrebbe interessare>>>  Morto Tarcisio Burgnich, terzino destro della Grande Inter

E’ di qualche giorno fa la notizia che il centrocampista cileno dell’Inter era risultato positivo al Covid – 19 e ricoverato in una clinica. Di conseguenza è stato escluso dalla nazionale cilena. Come il protocollo, Arturo Vidal avrebbe dovuto alloggiare “in bolla” ed ottenere soltanto per gli imponeva. Ma, a quanto pare, non ha rispettato le regole. Infatti il ​​25 maggio avrebbe contravvenuto alle norme imposte.

Il centrocampista nerazzurro è stato infatti dapprima avvistato in un ippodromo per seguire le gare dei cavalli, da sempre una grande passione del giocatore cilene e poi, per chiudere la giornata, in ristorante insieme ad alcuni amici. Uno tra questi, secondo il parere di Vidal, lo avrebbe contagiato. Ora le autorità sanitarie del Cile hanno inoltrato ufficiale richiesta che venga aperta un’inchiesta che faccia chiarezza sul comportamento, a loro giudizio, irresponsabile e pericoloso, del giocatore.

Ti potrebbe interessare>>>  Calciomercato Juventus, Icardi obiettivo concreto: tutti i dettagli

Arturo Vidal non ha rispettato le norme sanitarie

Arturo Vidal al Barcellona
Arturo Vidal al Barcellona (Getty Images)

Arturo Vidal “deve, come tutte le persone arrivate nel paese, rispettare le norme sanitarie”, queste le parole del sottosegretario alla Salute, Paula Daza. Normali parole quando ci si rivolge a persone normali. Ma vi sono categorie di persone che si ritengono al di fuori ed al di sopra della legge. La vicenda di Arturo Vidal è soltanto l’ultima di una lunga serie di casi analoghi.

Tanti suoi colleghi, in epoca di piena pandemia, trovavano modo e maniera di fuggire dal lockdown e tornare nei loro paesi d’origine infischiandosene delle regole e dell’eventualità di contagiare o essere contagiati. Arturo Vidal e la quarantena violata è soltanto una storia che si ripete.

Se ti chiami Cristiano Ronaldo o Arturo Vidal, non certo se il tuo nome è Mario Rossi, puoi fare tutto tranquillamente, poiché non sarà certo una multa salata a farli dissuadere da fare i loro comodi. Alla faccia di quei fessi che le norme, tutte le norme, le rispettano. Tutti i giorni e tutta la vita.