Saroo Brierley, chi è lo scrittore indiano che ha ispirato Lion?

0
135

Saroo Brierley, chi è lo scrittore indiano che ha ispirato Lion. Una storia straordinariamente vera.

Saroo Brierley
Saroo Brierley (Getty Images)

Quante volte si è detto che il cinema è l’espressione massima della fantasia, della capacità di creare storie straordinariamente verosimili, ma non reali. Quante volte, dopo aver visto, un film, analizzando un frammento dello stesso, abbiamo recitato la frase: “Immagina se accadesse veramente”. La meraviglia del cinema sta spesso nell’offrire storie lontane dalla nostra quotidianità.

Ti potrebbe interessare>>>  Eleonora Giorgi: “Torno al cinema solo se non mi danno ruoli da nonna”

Non sempre è così. A volte la realtà supera anche la più fervida immaginazione. Il film Lion – La strada verso casa ne è la conferma. Lion è un film del 2016 diretto da Garth Davis e vede tra i vari interpreti Dev Patel, nel ruolo del protagonista e Nicole Kidman. La trama del film riprende a piene mani da un libro autobiografico di Saroo Brierley. Chi è esattamente Saroo Brierley?

La trama del film

Siamo nel 1986, la località è Khandwa, nell’India centrale. Saroo è un bambino di cinque anni, appartenente ad una famiglia molto povera. Insieme al fratello Guddu, raccolgono metalli di scarto per avere quel minimo per sopravvivere. Una sera svolgono il loro lavoro nei pressi della stazione ferroviaria. Il lavoro è duro e faticoso e Saroo, esausto si addormenta su una panchina.

Al suo risveglio si accorge che il fratello Guddu non c’è più. Saroo pensa che stia su qualche treno a cercare qualche spicciolo caduto in terra ed allora sale su un treno. Non sa che quel treno è diretto a Calcutta, a 1600 chilometri da casa sua. Arrivato nella metropoli indiana Saroo non sa cosa fare. Non parla nemmeno la locale lingua bengali, lui conosce a stento la sua lingua hindi.

Dopo varie e negative vicissitudini, fortunatamente incontra un impiegato che parla sua lingua e lo porta ad un commissariato per vedere se attraverso le foto sui giornali qualcuno lo possa riconoscere. Ma per lui si apre soltanto le porte dell’orfanotrofio, come per altre migliaia di bambini come lui. Arriva il momento dell’adozione. Due coniugi australiani lo adottano. Parte in direzione della Tasmania, dove conduce una vita serena ed agiata, diventa adulto.

Saroo Brierley vuole scoprire le sue origini

Saroo Brierley e Dev Patel
Saroo Brierley e Dev Patel (Getty Images)

Ma Saroo non ha dimenticato le sue origini. Si sente in colpa per come ha abbandonato la sua famiglia. Sono passati tanti anni, ma lui vuole scoprire da dove viene e dove vive la sua vera famiglia. Adesso ha 27 anni, è uno studente universitario ed ha tanti amici. Ma il suo pensiero ritorna sempre lì, alle sue origini. Scopre Google Earth, tutto il mondo sul computer.

Passa le sue serate cercando di ricordare i minimi particolari che possono fargli individuare il punto da cui tutto ebbe inizio. Danta tanti tentativi ecco rintracciata la stazione ed il villaggio da dove è partito. Informati i genitori adottivi, ritorna in India e finalmente può riabbracciare sua madre, dopo 25 anni. Scoprirà, purtroppo, che suo fratello Guddu è morto il giorno stesso della sua partenza, schiacciato da un treno, ma anche che ha sempre pronunciato male il suo nome che in realtà è Sheru, che in lingua Hindi significa Leone.

Ti potrebbe interessare>>>  Massimo Ghini: la moglie Paola Romano, anche lei lavora nel cinema

Durante i titoli di coda appare un breve filmato “autentico” in cui è ripreso l’incontra tra la madre biologica e quella adottiva di Saroo. Una storia vera, incredibilmente vera ed avvincente che potrà seguire questa sera su Canale 5 alle ore 21.20. Buona visione con Lion – La strada verso casa.