Momenti di tensione a bordo dell’aereo di Kamala Harris: il motivo

0
226

Kamala Harris, problemi tecnici all’aereo: paura per la vicepresidente Usa. Il Boeing diretto verso il Guatemala è stato costretto a invertire la rotta e a tornare indietro.

Kamala Harris, nella giornata di ieri 6 giugno c’è stata paura per la vicepresidente degli Stati Uniti. La vice di Joe Biden, infatti, si stava recando in Guatemala per un viaggio istituzionale ma l’aereo su cui viaggiava ha dovuto compiere un atterraggio forzato per via di alcuni problemi tecnici.

Kamala Harris era partita dalla Joint Base di Andrews a bordo dell’Air Force Two, l’aereo adibito al trasporto dei vicepresidenti degli Stati Uniti. Il Boeing, una volta guadagnata quota, è stato costretto a invertire la rotta e tornare indietro. Una portavoce aveva spiegato: «Tornati alla base, la vicepresidente cambierà aereo e ripartirà per il Guatemala».

Nonostante i problemi di natura tecnica, l’Air Force Two è atterrato normalmente e Kamala Harris, una volta scesa dall’aereo, ha rivolto un pollice alzato ai cronisti: «Tutto ok, sto bene».

Kamala Harris e il discorso alle “ragazze ambiziose” e non solo

Kamala Harris ha qualcosa da dirvi. Esatto, proprio lei, la prima vicepresidente donna della storia degli Stati Uniti ha parlato della sua carriera e di cosa consiglierebbe alle ragazze che “sentono di dover rinunciare ai loro sogni perché il tempo scorre”. Alle ragazze ambiziose però, dice “Andate avanti per la vostra strada e non scusatevi per questo”. Viviamo in un mondo che premia le donne che sanno mettere da parte loro stesse per prendersi cura degli altri e così chi segue i propri sogni viene spesso e volentieri additata come egoista.

POTREBBE INTERESSARTI: L’ira del papà di Merlo: “Michele mandato via, intasava il pronto soccorso”

Se molte donne tra i 20 e i 30 diventano madri e mogli impegnate nel lavoro di cura, Harris ha detto che vuole che le ragazze sappiano che “hai il diritto di aspettarti cose come l’assistenza all’infanzia a prezzi accessibili e un congedo familiare retribuito quando hai bisogno di prenderti cura di te, dei tuoi figli o dei tuoi genitori anziani”.

Secondo Harris responsabilità familiari e ambizioni di carriera possono coesistere con il giusto welfare e supporto. “Avete il diritto di aspettarvi di essere viste nella piena dimensione di chi siete”, ha aggiunto, “Quindi vi dico: non accettare false scelte e l’idea che dobbiate scegliere questa oppure quella cosa, è una falsa scelta. Non accettatelo”.

Secondo la vicepresidente la sfida è proprio quella di costruire la propria identità senza cedere alle pressioni sociali, alle volontà altrui o alle etichette che ci hanno appiccicato addosso fin da piccole anche senza volerlo. “Mi sono state dette molte volte durante la mia carriera cose come, ‘Oh, sei troppo giovane, non è il tuo turno, non sono pronti per te, nessuno come te l’ha fatto prima’”, ha spiegato la vice di Biden, “Ho sentito tutte queste cose molte volte nel corso della mia carriera, ma non le ho ascoltate. E voglio incoraggiare chiunque che sia sentito rivolgere le stesse parole: qualunque sia il tuo genere, a non ascoltare, ancora una volta, non essere gravato dall’incapacità degli altri di vedere il potenziale di chi sei“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kamala Harris (@kamalaharris)