Austria-NordMacedonia 3-1, Pandev non basta: Tabellino e Highlights

0
428

I macedoni subiscono due gol nel finale. Prima vittoria in un Europeo per gli austriaci

Austria-NordMacedonia: Tabellino e Highlights

Austria-NordMacedonia 1-1, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Austria-NordMacedonia: Tabellino e Highlights – Sotto la pioggia di Bucarest Austria e Nord Macedonia si giocano il match d’esordio di una competizione importante come gli Europei. Per la nazionale di Pandev è di fatto una partecipazione inedita, mentre gli austriaci allenati da Franco Foda dovranno fare attenzione di fronte all’entusiasmo di una squadra che vola proprio sulla scia della sua trance agonistica, da quando sono riusciti con merito, ma quasi clamorosamente a qualificarsi per questo torneo. La partita è vivace sin da subito, con ritmi alti per due squadre che tanto non hanno nulla da perdere a questi livelli. Passa un quarto d’ora di azioni su entrambi i fronti, ma è il passaggio illuminante di Sabitzer a mettere nelle migliori condizioni Lainer, per spiazzare il portiere macedone Dimitrievski. Ottimo il taglio sul secondo palo e la deviazione indirizzando il pallone dalla parte opposta. La parata sarebbe stata impossibile per qualsiasi estremo difensore al mondo. Il vantaggio austriaco dura però appena dieci minuti, perché con grande determinazione e convinzione, la Macedonia reagisce, attaccando tutti gli spazi e approfittando di un’uscita distratta di Bachmann, che si perde il pallone proprio in fase di intervento. Con abile opportunismo il veterano Pandev conquista il pallone e lo deposita in fondo alla rete, marcando un prezioso 1-1, con tutta la gioia del suo allenatore Igor Angelovski. Da quel momento in poi poche altre azioni o episodi degni di nota nei primi 45 minuti di gioco, ad eccezione di due contrasti duri a centrocampo, uno dei quali costa a Trajkovski la prima ammonizione del match. Nessun ulteriore cambiamento nel punteggio dopo i due minuti di recupero assegnati dall’arbitro Andreas Ekberg.

La ripresa

Per il secondo tempo Foda inserisce subito Lienhart al posto di Dragovic, che sembra aver accusato il colpo ricevuto nel primo tempo. Per il resto le formazioni sono le stesse del primo tempo, con la Macedonia del Nord che prova subito a fare gioco e attaccare, sin dai primi secondi della ripresa. L’Austria cerca di reagire e prova a tenere alto il baricentro appoggiandosi a un calciatore esperto come Alaba come regista basso. Il napoletano Elmas prova a essere tra i più propositivi della formazione di Angelovski, anche se viene contrato molto bene dai difensori di Foda, spesso più attenti del loro portiere, che a volte si lascia andare a qualche non richiesta distrazione, proprio come in occasione del gol di Pandev. Dal 50′ in poi è però l’Austria ad attaccare con maggiore consapevolezza, trovando pressing e buone trame di gioco per mettere i macedoni alle strette nella propria area di rigore. Dimitrievski è costretto a un paio di uscite provvidenziali e in una di queste si fa anche male, obbligando lo staff medico della squadra a intervenire. Foda a questo punto, al 58′ minuto, decide di effettuare un doppio cambio per dare maggiore mordente offensivo alla squadra, inserendo Arnautovic, ex compagno di squadra di Pandev, e Gregoritsch. Il tentativo dell’allenatore austriaco è quello di andare a vincere questa partita, anche se la Macedonia resta pur sempre un’avversaria ostica, capace di colpire, anche in contropiede, in qualsiasi momento del match. Proprio al 62′ la squadra di Angelovski spreca banalmente una buona occasione, anche se in questa circostanza va dato merito a Bachmann per la sua uscita. Anche il C.t. nordmacedone decide allora di effettuare qualche cambio, dando spazio dal 64′ in poi a Kostadinov e Bejtulai, richiamando così in panchina Trajkovski e Nikolov. Al 65′ è nuovamente l’Austria a sfiorare un nuovo vantaggio di testa con Gregoritsch, ma è bravo l’estremo difensore a opporsi con un tuffo determinante sulla sua sinistra, deviando il pallone in angolo. Sono più gli austriaci a meritare il 2-1 con i loro tentativi di quanto non stiano facendo i macedoni, ma il risultato rimane fino a venti minuti dalla fine bloccato sull’1-1. La Nord Macedonia è più disattenta in fase difensiva, mentre l’Austria sembra ora trovare meglio le misure e gli anticipi agli avversari. Non è comunque in perfetto controllo del match, perché nelle ripartenze Pandev e i suoi sanno rendersi sempre pericolosi, con un contropiede veloce e preciso. La maggior parte dei rischi gli austriaci li hanno corsi così, mentre sono entrambe le formazioni a voler vincere la gare del debutto in questo Europeo, provandoci anche a pochi minuti dalla fine. In questo duello sembra però avere la meglio l’Austria, grazie a un cross tagliato di Alaba dalla fascia sinistra che legge e serve nel migliore dei modi Gregoritsch, che si era inserito sulla linea del primo palo anticipando tutti, anche il portiere Dimitrievski in uscita. Gli austriaci passano con merito in vantaggio dopo aver costruito molto. Ora la Nord Macedonia ha solo dieci minuti più recupero per provare a riacciuffare il pareggio in extremis. Angelovski risponde allo svantaggio inserendo Trikovski al posto di Bardhi e qualche minuto dopo anche Ristovski, per tentare il colpo almeno nel finale, rischiando il tutto per tutto. In questi minuti è però più l’Austria a rimanere in avanti, tenendo il pallone lontano dalla propria porta, di quanto non riesca la Macedonia a cercare il secondo gol. Troppo sbilanciata in avanti, la formazione macedone si fa però sorprendere in difesa da Arnautovic, complice un grave errore di Bejtulai con un retropassaggio decisamente troppo corto. L’attaccante austriaco ci mette pochissimo a saltare il portiere macedone e a infilare in porta il terzo gol della sua squadra, che chiude definitivamente i conti di questa partita. Per Pandev e compagni tutto da rifare nella prossima partita. Per gli austriaci prima vittoria in assoluto in un Europeo.

 

Potrebbe interessarti anche: Russia-Belgio 0-3: doppietta di Lukaku dedicata ad Eriksen

Segui gli Europei su Twitter

Austria-NordMacedonia: Tabellino e Highlights

Reti: Lainer 18′, Pandev 28′, Gregoritsch 78′

Austria (4-4-1-1): Daniel Bachmann, Ulmer, Hinteregger, Dragovic (Lienhart 46′), Lainer, Alaba, Schlager (Ilsanker 94′), Laimer (Baumgartlinger 93′), Baumgartner (Gregoritsch 58′), Sabitzer, Kalajdzic (Arnautovic 58′).
Allenatore: Franco Foda

NordMacedonia (5-3-2): Dimitrievski, Alioski, Musliu (Ristovski 87′), Velkovski, Ristovski, Nikolov (Bejtulai 64′), Elmas, Ademi, Bardhi (Trickovski 82′), Trajkovski (Kostadinov 64′), Pandev.
Allenatore: Igor Angelovski

Arbitro: Andreas Ekberg

Ammoniti: Trajkovski, Alioski, Lainer

Espulsi: –

Highlights QUI