Raimondo Gasperini: chi è il campione di windsurf italiano

0
134

Raimondo Gasperini, è il campione di windsurf italiano, nasce a Roma nel 1966 ed è uno tra i windsurfisti più conosciuti al mondo, ha inventato diverse manovre che sono diventate un cult nello sport del Windsurf.

Raimondo Gasperini, chi è il campione italiano di Windsurf, carriera e successi (Foto dal web)
Raimondo Gasperini, chi è il campione italiano di Windsurf, carriera e successi (Foto dal web)

Ha inventato la famosa Air Duck Jibe e la Misty Wave, inoltre ha conquistato il titolo di “Waterman 2012”, la sua passione tenacia forza e coraggio gli hanno permesso di vivere questo sport al 100%.

Da diversi anni è stato il protagonista indiscusso dei circuiti internazionali tra cui il Freestyle Wave italiano e diverse competizioni internazionali, con la sua esperienza è diventato anche il responsabile nazionale del settore Windsurf/Surf per l’AICS come istruttore qualificato.

Ha sempre promosso il settore giovanile nello sport del Windsurf, ha creato la Freestyle stage una sorta di XRay Talent Factor, dove ha anche organizzato il Campionato Italiano Freestyle.

Red Bull è uno dei suoi sponsor, infatti ha realizzato la prima Red Bull Ramp, una sorta di rampa artificiale che simula il salto sull’onda in mare. Negli anni ha avuto la possibilità di partecipare al PWA International, uno degli organi ufficiali riconosciuti nel mondo del windsurf mondiale.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Giancarlo Pedote, chi è il velista: carriera e successi

Raimondo Gasperini, nel 2010 viene definito la leggenda vivente del windsurf mondiale

L’anno dopo nel 2011 organizza il primo Windsurf Freestyle Stage sul Lago di Garda, apre l’XRAY Surf Academy a Fregene per riuscire ad insegnare la Windsurf Wave, il Freestyle, il Surf Sup e il Kitesurf.

Nel 2015 partecipa all’AWT, l’American Windsurf Tour a Capo Verde, mentre nei prossimi anni lo vedremo gareggiare nel Campionato Italiano di Wavesurf.

Da sempre l’amore per il windsurf è stata come una malattia per l’atleta, tutto cominciò quando saltò la scuola, per recarsi a Marina di Palo. Sulla spiaggia vide un ragazzo fare un bellissimo salto vicino la riva, quella visione fece scattare in lui la passione per il Windsurf.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Chico Forti torna in Italia da Telemike all’ergastolo: Le tappe della vicenda

A 20 anni cominciò la sua carriera, molto tardi rispetto ai concorrenti che affronta nelle competizioni odierne, ci sono stati tantissimi sacrifici, spese e tantissimo allenamento, tutto con l’unico obiettivo di dominare il vento, l’acqua, il mare la tavola e la vela.

Per il Windsurf ha dovuto mollare tutti i suoi obiettivi precedenti, i suoi studi di Medicina sono stati sacrificati per coltivare la passione del Windsurf. Con il senno di poi, si è definito fortunato di aver scelto questa strada, nonostante l’azzardo di lasciare la facoltà di Medicina senza pensarci due volte.