Lazio-Spezia, dove vederla. Luis Alberto titolare

0
200

Esordio dal primo minuto per il centrocampista spagnolo. Sarri si lamenta dell’Olimpico

 Lazio-Spezia, dove vederla

Lazio-Spezia, dove vederla

Lazio-Spezia, dove vederla- Dopo l’esordio vincente contro l’Empoli di Aurelio Andreazzoli al Castellani, la Lazio debutta tra le mura amiche dello Stadio Olimpico contro lo Spezia di Thiago Motta, che invece ha pareggiato in Sardegna con il Cagliari per 2-2. Maurizio Sarri sta lavorando alacremente sulla dimensione tattica della sua squadra, mentre la società sta tentando qualche colpo di mercato prima della chiusura della sessione estiva il prossimo 31 agosto. Kostic è il principale obiettivo, il centrocampista serbo che non si sta presentando agli allenamenti dell’Eintracht e vuole solo la maglia biancoceleste. Basic invece siederà in panchina questa sera (diretta tv dalle 18:30 su Dazn), mentre Luis Alberto dovrebbe partire titolare. Nella conferenza stampa della vigilia è stato proprio il centrocampista spagnolo uno dei temi principali delle risposte del tecnico biancoceleste. «Stiamo lavorando sia sul piano atletico che su quello tattico. Luis Alberto ha un carattere introverso e ancora non è al top della condizione, ma conto di ritrovarlo presto». Queste le parole di Sarri, ma di base il Mago deve riuscire a ritagliarsi spazio in un modulo completamente differente rispetto a quello utilizzato da Simone Inzaghi. Il nuovo 4-3-3 chiede ai centrocampisti maggiore copertura e attenzione difensiva, mentre sono le tre punte a preoccuparsi maggiormente del fronte offensivo. Nel 3-5-2 dell’attuale allenatore dell’Inter Luis Alberto invece giocava da mezzala pura, preoccupandosi di illuminare il gioco avanzato e fornire preziosi assist ai compagni. Non è un caso che quindi nella partita d’esordio di questo campionato gli sia stato preferito un giocatore con le caratteristiche di Akpa Akpro. Sarri è poi stato molto duro anche nei confronti dei giardinieri dell’Olimpico, perché secondo il tecnico «il prato dello stadio è indegno di una piazza come Roma». La replica di “Sport e Salute”, la società che gestisce la struttura, ha spiegato che sarà necessario attendere la crescita del prato appena seminato, ma simili critiche erano state sollevate anche dal tecnico dell’altra squadra della città, un certo José Mourinho che di certo non le manda a dire.

Così in campo

In un clima ancora di “work in progress” Sarri comunque punta a fare risultato anche con lo Spezia, atteso all’Olimpico con una formazione simile a quella della prima partita di Serie A, ma con Luis Alberto e forse Pedro dal primo minuto in più. Lo spagnolo ex Roma sembra motivato nel dare un contributo importante alla squadra sin dalle prime gare. La Lazio dovrebbe così giocare con l’ormai confermato 4-3-3, con Reina in porta, Radu accanto ad Acerbi per completare la difesa, l’ex Napoli Hysaj e Lazzari come terzini. Luis Alberto a completare il centrocampo titolare con Milinkovic-Savic e Lucas Leiva. In avanti Pedro andrà così a supportare la punta centrale Immobile insieme a Felipe Anderson, giocatore che sembra ormai definitivamente recuperato, anche nelle gerarchie dello spogliatoio biancoceleste e con maggiore spazio dopo l’addio di Correa. Lo Spezia proverà a riconfermare invece quanto di buono visto già con il Cagliari in trasferta, trascinato ancora una volta da Gyasi, leader che sarà parte del tridente offensivo insieme a Colley e Verde. Davanti a Zoet la difesa ligure sarà formata dal terzetto Hristov, Erlic, Nikolaou, mentre per il centrocampo Bastoni e Maggiore in mediana potranno contare su Ferrer e Amian. I favori del pronostico sorridono alla Lazio ma, come si è già visto lo scorso anno, questo Spezia sa sorprendere, anche partite apparentemente chiuse, con la Lazio ancora in fase di rodaggio.

 

Potrebbe interessarti anche: Verona-Inter 1-3: subito doppietta per Correa

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter