Genoa-Napoli 1-2, Petagna nel finale: pagelle e tabellino

0
324

Apre le marcature Fabian Ruiz, pareggia Cambiaso nella ripresa. La Var annulla una rete a Pandev

Genoa-Napoli, pagelle e tabellino

Genoa-Napoli, pagelle e tabellino

Genoa-Napoli, pagelle e tabellino

Genoa-Napoli, pagelle e tabellino – Un ostico Genoa ha messo in seria difficoltà il Napoli allenato da Luciano Spalletti, ma alla fine è la squadra ospite ad averla spuntata con un colpo di testa provvidenziale e decisivo di Andrea Petagna, proprio quando l’attaccante è dato per partente e nel giorno in cui manca Osimhen per squalifica (la prima di due giornate). I partenopei erano andati in vantaggio al 39’ con un tiro mancino dalla distanza di Fabian Ruiz, sul quale Sirigu poteva fare ben poco, ma la partita sembra aver cambiato volto dopo l’intervallo, soprattutto per l’ingresso in campo di un punto di riferimento per la squadra come Goran Pandev. Il macedone segna, ma la rete del pareggio viene annullata dalla Var per un contatto giudicato falloso tra Meret e Buksa. Con tutta la rabbia agonistica della rete annullata, i rossoblù riescono però a rimettere la partita sui giusti binari con Cambiaso, che sfrutta alla grande un traversone sul secondo palo e batte a rete al volo con una gran giocata. Passano i minuti con il pronostico ancora aperto e la partita molto vivace. I tentativi del Napoli di raddoppiare si realizzano però solo quando entra Petagna negli ultimi dieci minuti, perché è all’84’ che l’attaccante riesce appunto a decidere il match. Grande prestazione del Grifone, ma contro questo Napoli non è bastata. La squadra di Ballardini rimane così a zero punti, ma dopo aver giocato contro due delle squadre più forti del campionato. Cinico ed efficace il gioco di Spalletti, con molti dei suoi che sembrano essere tornati ai tempi migliori, Koulibaly e Fabian Ruiz su tutti, oltre a un grande stato di forma per il capitano Insigne.

Genoa-Napoli 1-2, le pagelle del match

GENOA

Sirigu 6 Attento su Insigne alla mezz’ora, anche su calcio piazzato. Fortunato prima su Lozano e sullo stesso capitano del Napoli, tra poca precisione e l’aiuto del palo. Nella ripresa chiude la porta a Lozano da distanza ravvicinata. Incolpevole sui gol subiti.  
Criscito 5,5
Non impeccabile in fase difensiva. Fatica fino all’ammonizione, poi cresce come il resto della squadra.
Biraschi 6
Più affanno nel primo tempo, meglio nel secondo. Una partita attenta e fisica. Fortunato di non avere un giocatore come Osimhen davanti.
Vanheusden 5,5
Prova a limitare le giocate di Insigne quando il capitano azzurro capita dalle sue parti. Contenimento senza troppi fronzoli.  
Cambiaso 6,5
Fatica a contenere Politano in avvio, poi nel corso dei minuti prende coraggio e inizia a impattare sulla gara. Sua la ribattuta al volo del pareggio nella ripresa, una giocata che vale l’intera prestazione.
Sturaro 5,5
Corre e si batte, ma tra Fabian Ruiz e Lobotka non è facile ritagliarsi la propria posizione. Sostituito da Kallon nel secondo tempo.
Badelj 5
Si impegna a far ripartire i suoi, soprattutto in contropiede. Dopo il vantaggio dei partenopei la sua partita si complica.  
Rovella 5,5
imposta e compagna le azioni avanzate del Grifone. Un paio di conclusioni dalla distanza, ma la sua mira dalla distanza non è ancora ai livelli di Fabian Ruiz.
Ghiglione 5,5
Parte contratto, poi è pratico nelle chiusure quando è necessario.
Hernani 5
Non gli riescono molte giocate contro una coppia difensiva come quella napoletana. Richiamato in panchina dopo la prima frazione di gioco.
Ekuban 5 Subito ammonito per un fallo inutile. Poi impalpabile. Per questo viene sostituito all’intervallo.

Buksa 5,5 Esordio in Serie A concesso da Ballardini all’inizio del secondo tempo. Suo il contatto giudicato falloso su Meret, che è valso l’annullamento della rete di Pandev.
Pandev 6,5 Rileva l’ammonito Ekuban per contribuire alla causa della squadra con la sua esperienza. Segna dopo dieci minuti, ma la rete viene annullata per un fallo dubbio su Meret, rilevato solo dal Var. Passano gli anni, ma lui resta un punto di riferimento per tutta la squadra, anche da subentrante.
Masiello 5,5 Prende il posto di un esausto Vanheusden nel secondo tempo. Poteva fare meglio su Petagna sul raddoppio partenopeo.
Kallon 5,5
Molto attivo in ogni azione offensiva genoana. Non trova il giusto guizzo, ma il talento c’è.
Behrami SV In campo nel finale per sostituire un acciaccato Ghiglione.

 

NAPOLI

Meret 6,5 Si sporca i guantoni sin da subito, ma è provvidenziale a respingere un tiro di Ghiglione nella ripresa.  Subisce un fallo contestato dagli avversari al momento del gol annullato di Pandev, così che può tirare un sospiro di sollievo.
Mario Rui 5,5
Spinge a sinistra nonostante i rossoblù siano molto attenti in copertura. Troppo nervoso nel finale, così Spalletti lo sostituisce.
Koulibaly 7
Quando non deve difendere osa volentieri qualche scorribanda in avanti. Sempre preciso, molta sostanza, sembra essere tornato quello dei tempi migliori. Va anche al tiro con il mancino, non il suo piede. Ma la conclusione finisce fuori. Immenso a tratti.
Manolas 6
Bravo a chiudere le ripartenze avversarie da ultimo uomo quando i suoi compagni vengono sorpresi in contropiede.
Di Lorenzo 5,5
Meglio in spinta che in copertura. Soffre la velocità di Cambiaso, che gli costa un’ammonizione. Non lo contiene al momento del gol.
Elmas 6
Molto movimento per lui, cercando di fare le veci di Zielinski. Meno preciso nella ripresa.
Lobotka 6
Molto utile davanti alla difesa, soprattutto quando il pallone viene gestito dagli avversari. I raddoppi di marcatura più importanti sono i suoi, sempre in aiuto dei centrali Koulibaly e Manolas.
Fabian Ruiz 6,5
Lo squillo dello spagnolo arriva con il gol di mancino che mette in mostra le sue qualità da cecchino, uno dei suoi fondamentali dei tempi migliori. Vantaggio per la sua squadra e prima rete stagionale in stoccata da fuori area. Con Spalletti sembra pronto a riscattare con questa stagione la precedente.
Lozano 6
Solo un colpo di testa nel primo tempo che spedisce fuori da buona posizione. Per uno come lui ci aspetta un po’ di più. Un po’ fuori dalle trame di gioco rispetto al resto della squadra, ma rimane sempre un pericolo per la difesa avversaria.
Politano 6,5
Determinante in fase di spinta, la fascia è sua, soprattutto quando si tratta di accentrarsi e ricavarsi qualche calcio piazzato. Troppo testardo ed egoista nel secondo tempo.
Insigne 7
Scheggia il palo nel primo tempo, prova a sorprendere Sirigu su punizione, senza successo. Gioca a tutto campo facendosi vedere in ogni azione partenopea. Incita il pubblico e si sacrifica anche in difesa. I suoi sforzi in copertura piacciono a tutti, da Spalletti ai tifosi. Esempio da vero capitano.

Ounas 5,5 Entra con molta voglia, ma la sua prestazione rimane anonima.
Petagna 6,5
Dieci minuti più recupero per lui. Quanto basta per segnare il gol della vittoria. Poco minutaggio, ma il suo lo fa sempre.
Juan Jesus SV Entra solo per far uscire un troppo nervoso Mario Rui, già ammonito.
Gaetano SV In campo nel finale al posto di uno stremato Elmas.

Genoa-Napoli 1-2: Tabellino e Highlights

Reti: Fabian Ruiz 39’, Cambiaso 69’, Petagna 84’

Genoa (3-5-2): Sirigu, Criscito, Biraschi, Vanheusden (Masiello 67’), Cambiaso, Sturaro (Kallon 67’), Badelj, Rovella, Ghiglione (Behrami 83’), Hernani (Puksa 46’), Ekuban (Pandev 46’).
Allenatore: Davide Ballardini

Napoli (4-3-3): Meret, Mario Rui (Juan Jesus 92’), Koulibaly, Manolas, Di Lorenzo, Elmas (Gaetano 92’), Lobotka, Fabian Ruiz, Lozano (Ounas 70’), Politano (Petagna 84’), Insigne.
Allenatore: Luciano Spalletti

Arbitro: Marco Di Bello

Ammoniti: Ekuban, Di Lorenzo, Politano, Criscito, Mario Rui

Espulsi: –

 

Potrebbe interessarti anche: F1 GP del Belgio: la gara dura un giro

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Highlights QUI