Salernitana-Roma 0-4, ai giallorossi basta un tempo: tabellino e highlights

0
465

I granata tengono nel primo tempo, ma crollano nella ripresa. Doppietta di Pellegrini

Salernitana-Roma, tabellino e highlights

Salernitana-Roma, tabellino e highlights

Salernitana-Roma, tabellino e highlights – Allo Stadio Arechi di Salerno la formazione di Fabrizio Castori riceve quella dello Special One. La Roma sfida in trasferta la Salernitana con la fiducia di una squadra trascinata dal suo condottiero alla guida tecnica e con tre risultati positivi in tre partite ufficiali in questa stagione, sia in Serie A che ai playoff di Conference League. I giallorossi del portoghese si ripresentano ancora una volta con il 4-2-3-1, con Abraham punta centrale davanti ai trequartisti Pellegrini, Mkhitaryan e Perez, che in questo match partirà nell’undici titolare per via della squalifica di Zaniolo, a causa del cartellino rosso rimediato contro la Fiorentina nella partita d’esordio di questo campionato. La Salernitana ha perso invece la prima gara di questa stagione ma al Dall’Ara per 3-2. Proverà questa sera ad arrestare la corsa degli uomini di Mou, tirando fuori tutto il carattere del suo allenatore, che di gavetta, anche nelle categorie inferiori, ne ha fatta veramente tanta, vincendo in palcoscenici molto diversi da quelli dell’allenatore portoghese. Bonazzoli e Pellegrini sono i protagonisti delle prime azioni offensive, da ambo le parti, ma in entrambi i casi sono le rispettive difese a eseguire perfettamente il loro compito. Al quarto d’ora di gioco prima chance anche per Tammy Abraham, ma l’attaccante inglese calcia molto alto sopra la testa di Belec. A seguire diversi corner per i giallorossi, ma Pellegrini e compagni non riescono ad approfittarne, con i campani che sembrano tenere bene il campo, pur soffrendo. Su assist di Kardorp ci riprova di nuovo l’inglese, ma anche in questa occasione la sua conclusione finisce sopra la traversa, sebbene di poco. Le chance per i salernitani sono davvero poche, difficili da sfruttare contro una difesa attenta come quella romanista. Anche Cristante ha modo di proporsi in zona offensiva sul finire della prima frazione di gioco, ma la difesa granata tiene. Nel secondo tempo da vedere come reagirà Mourinho, perché contro una neopromossa i giallorossi sono comunque tenuti quantomeno a sbloccare il risultato, trovando maggiore cinismo in avanti.

La ripresa

Il primo segnale la Roma lo lancia appena rientrata in campo, perché quanto era riuscita a fare la difesa della Salernitana nel primo tempo, non le riesce all’inizio del secondo. Già al 48’ il capitano Lorenzo Pellegrini aggancia bene il pallone al limite dell’area di rigore e supera Belec con un ottimo mancino. La Roma è avanti e ora il copione della prtita potrebbe cambiare completamente, anche senza sostituzioni tra un tempo e l’altro. Il raddoppio arriva già al 52’, quando un’ottima azione corale e un assist dal tempismo perfetto di Mkhitaryan, favoriscono la rete di Veretout, che ancora una volta è freddissimo davanti al portiere avversario. Sullo 0-2 ora la Salernitana sembra accusare psicologicamente il colpo, anche se Bonazzoli ha subito una buona chance per ridurre il vantaggio avversario. Senza trovare risposte da parte dei suoi uomini in campo, Castori decide allora di fare spazio al neoacquisto Simy, che va subito a sostituire Lassana Coulibaly, con la formazione granata che ora diventa molto più offensiva, nel tentativo di tentare una disperata rimonta. Forte del doppio vantaggio, i giallorossi però fanno molto bene il possesso palla, con i campani costretti a rincorrerli. Azioni corali non-stop, la squadra di Mourinho gioca bene e rimane in partita, senza lasciarsi distrarre dal risultato a suo favore. In difesa la squadra ospite rimane molto attenta, evitando controproducenti cali di concentrazione. All’ora di gioco la Salernitana non sembra in gradi di riaprire la gara, anche se resta oltre mezz’ora da giocare, considerato il recupero. Più di quanto i padroni di casa non riescano a fare, tenta però la Roma, dal suo punto di vista per chiudere la partita. Un’altra conclusione pericolosa del centrocampista francese Veretout, che sembra davvero avere il dono dell’ubiquità, viene però neutralizzata stavolta da Belec, che in tuffo si immola per tenere in gara i suoi, anche se con grande affanno. Passano alcuni minuti ma, come ormai sembrava essere nell’aria, Abraham mette a segno la sua prima rete con la maglia giallorossa, con Belec ancora una volta battuto e la Roma che sembra avere definitivamente chiuso i conti. Evidentemente la squadra di Mourinho non è della stessa opinione, perché dopo appena un minuto rispetto all’ingresso di Shomurodov, con l’uzbeko in campo al posto di Perez, è Pellegrini a salire definitivamente in cattedra mettendo a segno una doppietta personale. Dopo la rete del primo tempo, il capitano giallorosso mette la parola fine sulla gara con un tiro a giro che va a depositarsi sotto l’incrocio dei pali.

 

Salernitana-Roma 0-4: Tabellino e Highlights

Reti: Pellegrini 48’, Veretout 52’, Abraham 69’, Pellegrini 79’

Salernitana (3-5-1-1): Belec, Jaroszynski (Schiavone 84’), Gyomber, Aya, Ruggeri, Di Tacchio, Lassana Coulibaly (Simy 56’), Mamadou Coulibaly, Kechrida (Zortea 68’), Obi (Capezzi 68’), Bonazzoli (Kristoffersen 84’).
Allenatore: Fabrizio Castori

Roma (4-2-3-1): Rui Patricio, Vina (Calafiori 83’), Ibanez, Mancini, Kardorsp, Veretout (Diawara 83’), Cristante, Mkhitaryan (El Shaarawy 70’), Pellegrini, Perez (Shomurodov 78’), Abraham (Mayoral 83’).
Allenatore: José Mourinho

Arbitro: Rosario Abisso

Ammoniti: Bonazzoli, Perez, Aya, Mkhitaryan

Espulsi: –

 

Potrebbe interessarti anche: F1 GP del Belgio: la gara dura un giro

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Highlights QUI