Lutto nella cultura, è morto Daniele Del Giudice: Premio Campiello 2021

0
194

Un grave lutto colpisce il mondo della cultura e della letteratura italiana, è morto a Roma lo scrittore Daniele Del Giudice, sabato avrebbe dovuto ritirare il Premio Campiello alla carriera

Daniele Del Giudice

Nella notte a cavallo tra il primo e il 2 settembre 2021 è morto, nella sua casa di Roma, lo scrittore Daniele Del Giudice. L’autore del capolavoro letterario Lo Stadio di Wimbledon era da tempo malato ma, nonostante questo fattore, il prossimo sabato avrebbe dovuto ritirare il Premio Campiello alla carriera.

La malattia però non gli ha concesso tregua negandogli questa ultima e meritatissima sodisfazione. Daniele Del Giudice era nato a Roma l’11 luglio 1949. Il suo esordio nella scrittura è datato 1983 quando Italo Calvino presentò alla Einaudi il suo romanzo, Lo Stadio di Wimbledon. Fino ad allora Del Giudice aveva lavorato come critico letterario a Paese Sera.

—>>> Leggi anche Morto Antonio Pennacchi, l’autore de “il fasciocomunista”

Sarà un successo a cui faranno seguito sul finire degli anni 80 Atlante Occidentale ed il delicato il Museo di Reims. Queste opera gli valgono il Premio Viareggio, nella sezione Opera Prima, il Premio Giovanni Comisso ed il Premio Bergamo.

La morte di Daniele Del Giudice

Tra le altre sue opere vanno segnalate con grande attenzione Staccando l’ombra da terra e soprattutto il racconto Unreported inbound Palermo da cui l’attore teatrale Marco Paolini ha tratto lo spettacolo omonimo e la piece I-TIGI Canto per Ustica. Da segnalare che l’opera è stata musicata da Giovanna Marini.

Del Giudice dal 2014 era destinatario di un assegno in ordine alla Legge Bacchelli, il procedimento che concede un vitalizio agli artisti che si sono particolarmente distinti e che al contempo versano in stato di particolare necessità.

Daniele Del Giudice era stato selezionato nel 1994 e nel 1994 per il Premio Campiello e ad inizio 2021 era stato finalmente riconosciuto il suo immenso valore letterario con il conferimento del premio alla carriera. Ma purtroppo troppo tardi.