Monica Contraffatto: chi è la campionessa paralimpica italiana

0
169

Monica Contraffatto, venne folgorata dinanzi alla tv dall’atleta pluricampionessa Martina Caironi, la quale era amputata proprio come lei e ha vinto l’oro nei 100 metri alle Paralimpiadi di Londra 2012.

Monica Contraffatto, chi è la campionessa paralimpica azzurra (Foto dal web)
Monica Contraffatto, chi è la campionessa paralimpica azzurra (Foto dal web)

La voglia di imitarla e seguire il suo esempio è stato uno dei punti di riferimento e obiettivi per la campionessa paralimpica, la quale una volta rientrata in Italia ha chiesto a Martina i contatti per riuscire ad avere una protesi e scendere in pista senza problemi.

L’obiettivo è quello di diventare una campionessa paralimpica, per poi trasmettere la sua forza d’animo a chi si approccia per la prima volta nella disciplina della corsa.

L’atleta ha sempre amato correre per passione, nel 2012 ha la prima protesi da passeggio, mentre nel 2014 guadagna la protesi da corsa. Con il suo curriculum, l’atleta potrebbe entrare a far parte dell’Atletica Leggera Paralimpica.

L’atleta ha cominciato ad allenarsi nei 100 metri in categoria T42, si allena tutti i giorni al Centro Sportivo dell’Esercito, per poi andare in ufficio a Roma.

Il 4 Maggio del 2015, l’atleta è stata la prima donna soldato dell’Esercito Italiano ed essere decorata per poi avere la cerimonia solenne con la Medaglia al Valore dell’Esercito Italiano, proprio per il comportamento assunto nonostante gli attacchi alla sua disabilità.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ambra Sabatini, l’atleta paralimpica di 19 anni oggi in finale

Monica Contraffatto, riceva la medaglia al valore dell’esercito Italiano per il suo comportamento agli attacchi

Nel 2015 partecipa alle sue prime competizioni internazionali, come gli Italiano Open Championships di Grosseto 2015, il meeting internazionale del circuito IPC Athletics Grand Prix, dove l’atleta riesce a conquistare la prima medaglia d’argento nei 100 metri.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Oxana Corso, chi è l’atleta paralimpica azzurra: carriera e successi

Poi entrerà a far parte del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, il GSPD, concorrerà anche con questo gruppo sportivo per le medaglie. Ma qualche mese dopo riceverà l’appuntamento con i Campionati Europei dello Sport d’Impresa a Riccione 2015.

Conquista la prima medaglia d’oro nei 100 metri proprio in quell’occasione, esordirà internazionalmente con un 5° posto  ai Mondiali di Doha 2015.

Riesce a realizzare il suo sogno, ovvero di alzare la bandiera azzurra al fianco di Martina Caironi, una dei suoi punti di riferimento sin da quando aveva la tenera età.