Perdita di peso, cosa influenza la capacità di farlo

0
179

Perdita di peso, uno studio mette in evidenza che qualcosa ha un grande contributo per poterlo fare: i dettagli

Getty Images

Uno studio pubblicato su mSystems, rivista dell’American Society for Microbiology, ha evidenziato che il microbiota intestinale incide molto sul nostro organismo e la capacità di perdere peso.

La ricerca è stata condotta su 48 persone che hanno perso più dell’1% del loro peso corporeo ogni mese, per un periodo che va dai 6 a 12 mesi e su altri 57 individui che non hanno perso peso e avevano un indice di massa corporea rimasta stabile nello stesso periodo.

Christian Diener, il principale firmatario dello studio, ha dichiarato che ciò apre alla “possibilità di provare ad alterare il microbioma intestinale per avere un impatto sulla perdita di peso”, Lo riporta LadyBlitz. Lavorare dunque su di esso per ottenere i risultati voluti.

Ma cos’è un microbiota? È in generale l’insieme di microrganismi e in particolare quello intestinale si riferisce solo ai microrganismi di quell’organo e di tutta la flora batterica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, buone notizie dal farmaco Anakinra: riduce morti e ricoveri

Perdita di peso e microbiota, la relazione e la differenza con i centenari

Il dottore Christian Diener ha affermato che prima che venisse effettuato questo studio si sapeva che c’era una differenza nella composizione dei batteri dell’intestino era diverso tra le persone di un certo peso (considerate obese) e non. Ora, invece, si è appurato che c’è un diverso insieme di geni codificati nei batteri del nostro intestino e che riguarda anche la perdita del peso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stato Whatsapp, le parole usate possono costituire reato di diffamazione

Ancora più diverso è il microbioma dei centenari. Uno studio pubblicato da Nature ha messo in evidenza che quel tipo di microbioma aiuta perché può aiutare a sostenere la longevità, proteggendoli da alcune infezioni batteriche, aiutando a vivere più a lungo.