Massimo Manni: chi era il regista televisivo trovato morto a Roma

0
206

Il dramma di Massimo Manni: chi era il regista televisivo trovato morto a Roma, cosa sappiamo finora.

Massimo Manni

Un dramma colpisce in queste ore il mondo della televisione italiana: Massimo Manni, regista televisivo che collabora con LA7 e che in passato per diversi anni è stato il primo regista del programma ‘Otto e Mezzo’, è stato trovato morto a Roma, in un appartamento. L’ipotesi terribile è che il regista sarebbe stato ucciso. Sulla vicenda indaga il sostituto procuratore Francesco Saverio Musolino, il quale ha aperto un fascicolo d’inchiesta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Arrestato in Sardegna l’ex presidente catalano Carles Puigdemont

L’accusa che viene mossa nei confronti di ignoti è quella di omicidio. L’uomo aveva 61 anni e viveva nella Capitale, nel quartiere Prati, a due passi da piazzale Clodio. L’allarme rispetto a quanto è accaduto al regista è scattato nel pomeriggio di ieri, quando la sorella si è preoccupata avendo un appuntamento con lui e non vedendolo arrivare. Così ha appunto fatto scattare l’allarme, ma non immaginava probabilmente un epilogo così tragico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Morto Ninni Vaccarella, lo storico pilota siciliano

Massimo Manni ucciso a Roma: chi era il regista e cosa sappiamo della sua morte

A quanto pare, la donna con altri familiari si sarebbe recata a casa del fratello e avrebbe trovato la porta che non era chiusa a chiave. Sulla serratura della porta dell’appartamento, in ogni caso, non sembrerebbero esserci segni di scasso. Così hanno deciso di chiamare la polizia e l’orrendo delitto è stato scoperto. Gli esperti della scientifica, che sono accorsi sul posto, hanno pochi dubbi sulla morte violenta: l’appartamento era a soqquadro e sono state rinvenute molte tracce di sangue.

Adesso il pm ha deciso di aprire appunto un fascicolo d’indagine con l’accusa di omicidio per la morte del regista Massimo Manni, la cui esperienza a LA7, soprattutto con programmi di approfondimento politico, è davvero molto longeva. Dal 2002 al 2010, infatti, l’uomo ucciso è stato il regista di Otto e Mezzo, per poi passare alla regia della prima edizione del programma In Onda. In queste ore, è mistero fitto su cosa possa essere accaduto al regista e si indaga sia sulle sue ultime ore che rispetto alle sue conoscenze.