Torino-Juventus, dove vederla. Un derby per rimontare

0
60

All’Olimpico Grande Torino granata e bianconeri a caccia di punti. Brekalo vs Chiesa

Torino-Juventus, dove vederla

Torino-Juventus, dove vederla

Torino-Juventus, dove vederlaNuova stagione e nuovo derby. Allo Stadio Olimpico Grande Torino tornano ad affrontarsi le due squadre cresciute sotto la Mole. Torino e Juventus in questa fase del campionato hanno più che mai bisogno di trovare punti e fiducia, con lo scontro diretto che può essere un’ottima iniezione motivazionale per accelerare in un campionato che finora non ha dato molte soddisfazioni, almeno rispetto alle aspettative dei due club. La Juventus ha un ritardo da colmare rispetto alle dirette rivali, con la corsa per lo scudetto che appare, a meno di scivoloni altrui, già compromessa. Il Toro, anche con la guida tecnica di Ivan Juric, è ancora una volta alla ricerca del suo salto di qualità, per tornare almeno di diritto nella parte alta della classifica e legittimare un definitivo miglioramento di prestazioni, gioco e risultati. Il derby appare così una sfida estremamente interessante (diretta tv dalle 18 su Dazn), che vedrà come trascinatori Brekalo da una parte e Chiesa dall’altra, dal momento che giocatori come Belotti e Dybala sono ancora assenti tormentati dai guai muscolari. Il tecnico del Torino, per caricare squadra e tifosi, ha preferito ricordare che in città tutti tifano i granata, lasciano alla Juventus un contesto più internazionale. Dalla sua Massimiliano Allegri cerca di mantenere alta la concentrazione, anche dopo la preziosissima vittoria in Champions League contro i campioni d’Europa del Chelsea. «Non si può sottovalutare la squadra di Juric, sarà una gara più tosta di quella di coppa contro i Blues». Il tecnico toscano vuole soprattutto infondere nei suoi lo spirito vincente della Juve, quello cinico e continuo che poche soddisfazioni ha lasciato in passato a rivali come il Toro.

Così in campo

Per un match simbolicamente tanto importante Allegri ha pensato a una difesa dove si rivedrà finalmente capitan Chiellini, che con tutta probabilità avrà accanto De Ligt, che proprio contro i granata ha segnato la sua prima rete in Serie A. Insieme a Szczesny, l’allenatore aveva già detto che Giorgione nazionale sarebbe stato al 100% della partita, mentre avrebbe presto valutato la condizione di tutti gli altri. Difficile comunque non ricorrere a front runner decisivi come Chiesa e Cuadrado, mentre a centrocampo dovrebbero essere riconfermati Locatelli e Bentancur. Con Rabiot non al meglio, il posto largo a sinistra potrebbe essere invece occupato da uno tra Bernardeschi e McKennie, con l’azzurro che ha qualche chance anche nel giocare come seconda punta accanto a Kean. Oltre alla Joya, anche Morata non è ancora in condizione di giocare dall’inizio, perciò potrebbe aprirsi qualche spiraglio anche per Kulusevski. Come terzini spazio infine ai soliti Alex Sandro e Danilo. Juric ha invece il compito più gravoso di neutralizzare le armi bianconere. Per farlo non può non ricorrere a un pilastro della difesa come Bremer, che guiderà la retroguardia dei padroni di casa proprio davanti al portiere Milinkovic-Savic. Rodriguez e un inedito Zima sono i favoriti per un posto da titolare a completare il reparto difensivo, con tutti gli altri in rosa non al massimo della condizione. Molto diversa la situazione di Singo, riconfermato largo a destra dopo ottime prestazioni, mentre Aina correrà sulla fascia sinistra. In mezzo alla mediana Pobega, Mandragora e Lukic, mentre per l’attacco rispetto a Verdi partono un poco avanti Sanabria e Brekalo, quest’ultimo tra i più in forma di Juric. Il Torino proverà ancora una volta a sfidare il tabù e battere i cugini bianconeri. Allegri invece non può concedere nulla, neanche un punto, perché sa perfettamente dopo la vittoria contro i londinesi quanto sia importante trovare il ritmo partita e farlo valere anche nei risultati. Napoli, Milan, Inter e Atalanta non aspettano di certo e per esperienza il tecnico bianconero sa che non si deve mai lasciare nulla di intentato, soprattutto in un derby così sentito, con la città dalla parte dei granata.

Potrebbe interessarti anche: Lazio-Lokomotiv 2-0: russi senza pretese

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter