USA: Biden instituisce l’Indigenous Peoples’ Day

0
68

Biden è il primo presidente degli Stati Uniti ad istituire una giornata in onore dei nativi americani e delle tribù d’Alaska. Il 12 ottobre sarà così, oltre che il Colombus Day, l’Indigenous Peoples’ Day. Un omaggio alle tribù dei nativi americani per “l’impatto positivo che hanno avuto su ogni aspetto della società”.

(Photo by Chip Somodevilla/Getty Images)

Il 12 ottobre sarà una data speciale. Il giorno del Columbus Day si intersecherà con la nuova giornata istituita dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, l’Indigenous Peoples’ Day – una ricorrenza proclamata in onore dei nativi americani e delle tribù d’Alaska. È la prima volta che, nella storia degli Stati Uniti un presidente istituisca una giornata per il riconoscimento, come ha spiegato lo stesso Biden “della resilienza e la forza dei popoli indigeni, come l’incommensurabile impatto positivo che hanno avuto su ogni aspetto della società”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amazzonia: la foresta pluviale perde 200.000 acri al giorno

Dopodiché il presidente ha elogiato i molti italiani hanno seguito che sono emigrati verso gli Stati Uniti, per realizzare il sogno di una vita migliore, seguendo l’esempio di un personaggio chiave storico come Colombo. Biden ha poi ricordato come l’esplorazione spregiudicata fu anche l’inizio delle sofferenze per i nativi americani, per la “violenza perpetrata contro le comunità native, sfollamento e furto di terre tribali, introduzione e diffusione di malattie e altro”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giornata della Terra, Biden: “decennio decisivo”

Biden ha poi spiegato che il suo contributo per la promozione delle comunità di nativi sarà sempre una priorità, chiedendo a tutti di non cadere in “sterili polemiche”, inneggiando il “coraggio e i contributi degli italoamericani attraverso le varie generazioni, ma anche sulla dignità e la resilienza delle comunità indigene”. Molti sono stati gli artisti e i sostenitori della causa dei nativi americani che hanno accolto con grande felicità la decisione del presidente degli Stati Uniti – considerando questa proclamazione un passo in avanti per la tutela di queste tribù. Inoltre, Biden ha fin dagli inizi operato su questo versante, capovolgendo in parte le scelte del suo predecessore Trump, che aveva attirato critiche a sé per la gestione di questi temi e per le scelte fatte in tal senso.