Marina Ripa di Meana: chi era la scrittrice celebre negli anni ’80

Marina Ripa di Meana è stata una stilista e scrittrice celebre per la sua vita sfarzosa, i suoi matrimoni con Alessandro Lante della Rovere e Carlo Ripa di Meana e le amicizie con personaggi celebri. Ripercorriamo insieme alcuni momenti della sua biografia.

Marina Ripa di Meana, al secolo Maria Elide Punturieri, è stata una stilista e scrittrice che ha fatto molto parlare di sé fino alla sua morte nel 2018. Marina è stata sposata prima con il duca Alessandro Lante della Rovere e, successivamente, con il marchese Carlo Ripa di Meana – dal quale ha preso il cognome.

Marina Ripa di Meana screenshot

Nel corso della sua vita, Marina ha sempre frequentato ambienti sfarzosi e ha stretto amicizia con molti personaggi celebri. Le sue opere hanno suscitato molto scalpore, in particolare la sua autobiografia pubblicata nel 1984 con il titolo “I miei primi quarant’anni”, con il successivo film interpretato da Carol Alt .

Marina Ripa di Meana: biografia della scrittrice

Marina Ripa di Meana è nata nel 1941 a Reggio Calabria, dove è cresciuta fino alla fine degli studi. Successivamente ha cominciato a lavorare come stilista per poi aprire un atelier di alta moda in Piazza di Spagna, a Roma.

Marina Ripa di Meana screenshot

Marina ha cominciato a farsi conoscere nel 1964, anno in cui si è sposata con il duca Alessandro Lante della Rovere, membro di una celebre famiglia aristocratica di Roma. I due hanno avuto una figlia: Lucrezia Lante della Rovere, diventata poi una famosa attrice.

Marina ha conosciuto molti personaggi famosi nel panorama italiano: era amica di Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini, Mario Schifano e Tano Festa. Nel corso degli anni ’70 ha avuto una relazione extraconiugale alquanto tormentata con Franco Angeli, pittore che ha ispirato il suo libro “Cocaina a colazione” pubblicato nel 2005, nel quale ha raccontato di essersi addirittura prostituita per poter comprare la cocaina al suo amante.

Dopo il divorzio con Alessandro Lante della Rovere, Marina ha avuto varie relazioni, tra cui una storia con il giornalista Lino Jannuzzi, di cui ha parlato nel libro “I miei primi quarant’anni”.

Nel 1982 Marina si è sposata per la seconda volta, con il marchese e politico Carlo Ripa di Meana: i suoi testimoni di nozze erano Alberto Moravia e Goffredo Parise, mentre il testimone del marchese era Bettino Craxi.

Il matrimonio è durato fino alla morte dei due, che per entrambi è avvenuta nel 2018. Marina Ripa di Meana è deceduta il 5 gennaio dopo aver lottato a lungo contro il cancro, mentre il marito è morto il 2 marzo.

La sua autobiografia “I miei primi quarant’anni” pubblicata nel 1984 ha suscitato molto scalpore nel paese: un racconto ironico e senza veli che ha allarmato molti personaggi celebri, preoccupati di essere stati inseriti nel libro tra i vari personaggi. Anche il primo marito di Marina le ha fatto causa in seguito alla pubblicazione dell’opera, impedendole di firmare il libro con il suo cognome nobile. Grazie a tutte queste attenzioni, “I miei primi quarant’anni” è diventato un best seller.