Tiziana Russo: chi è la sorella di Marta, la studentessa uccisa 24 anni fa

Il “delitto della Sapienza” è il caso, divenuto celebre, di Marta Russo: uccisa a 22 anni mentre si trovava lungo un vialetto all’interno della Sapienza di Roma. Ecco chi è la sorella di Marta, Tiziana Russo.

Tiziana Russo è la sorella di Marta Russo, tristemente nota per via del “delitto della Sapienza”.

Marta Russo

Tiziana Russo è stata intervista e ha preso parte al documentario della Rai dedicato alla storia della sorella, uccisa nel 1997 all’età di 22 anni mentre stava camminando lungo un vialetto nell’università Sapienza di Roma.

Tiziana Russo: un libro dedicato al ricordo di Marta

Erano le ore 11.42 circa, nella mattinata del 9 maggio del 1997, quanto Marta Russo venne colpita alla testa da un proiettile calibro 22 mentre camminata insieme a Jolanda Ricci, una sua amica, tra le facoltà di Scienze Statistiche, Scienze Politiche e Giurisprudenza dell’università Sapienza di Roma.

Scattone e Ferraro
L’arresto degli accusati dell’omicidio di Marta Russo (screenshot video)

In seguito alle indagini vennero condannati Giovanni Scattone, un giovane assistente universitario di Filosofia del diritto, ed il suo compagno Salvatore Ferraro. Nonostante siano stati trovati i colpevoli e la vicenda sia stata risolta dal punto di vista giudiziario, la sofferenza della famiglia e delle persone che erano vicine a Marta non ha trovato fine e resta il ricordo della giovane.

In particolare Tiziana Russo, sorella di Marta, nel corso degli anni si è fatta voce della volontà di ricordare la giovane. Tiziana è stata invitata a svolgere delle interviste e ha preso parte ad un documentario dedicato al “delitto della Sapienza” trasmesso su Rai2.

Infatti, il caso dell’omicidio di Marta ha avuto un grande impatto nella società a fine anni ’90: una vastità di media ha affrontato l’argomento, che ha suscitato molto scalpore e sconvolgimento tra il pubblico.

Tiziana Russo, nel documentario dedicato alla sorella, è intervenuta leggendo i diari segreti di Marta, ritrovati casualmente. “Finalmente (Marta) torna a essere una persona grazie a questi diari che ho trovato per caso nella nostra camera, all’interno di un armadio” ha spiegato Tiziana, che ha ricordato la sorella dopo tanti anni dalla sua morte.

Tiziana si è occupata anche della pubblicazione di un libro intitolato “Marta Russo, mia sorella: A vent’anni dall’omicidio della Sapienza, un racconto intimo fra ricordi e affetti”. Il libro è composto da una serie di diari, lettere e racconti di momenti intimi passati in famiglia e offre un racconto di Marta fatto con il cuore, in quanto opera della sorella.