Original Marines, addio a Angelo Pera: è morto il fondatore del marchio

Ci ha lasciati Angelo Pera, l’imprenditore napoletano che ha fondato il marchio d’abbigliamento Original Marines quasi quarant’anni fa insieme ai suoi soci.

Addio a Angelo Pera: l’imprenditore e cofondatore di Original Marines ci ha lasciati ieri all’età di 75 anni.

Original Marines (ciaoshops.com)

Pera ha fondato il marchio di abbigliamento per bambini diventato celebre in tutto il mondo quasi quarant’anni fa, insieme a Luciano Cimmino e ai loro soci.

Angelo Pera: il marchio Original Marines nato da delle semplici t-shirt bianche

Angelo Pera ed il collega Luciano Cimmino (imprenditore e politico, che al momento svolge il ruolo di presidente della società che controlla marchi come Carpisa, Yamamay e Jaked) insieme ad altri tre imprenditori, hanno fondato Original Marines nel 1983.

Original Marines (ciaoshops.com)

Nonostante il nome sia in inglese, il marchio è stato fondato da un gruppo di imprenditori campani e, nel corso del tempo, ha acquisito una fama a livello mondiale e conta più di 400 negozi in Italia e oltre 140 sparsi tra Europa, Asia e Africa. Original Marines si occupa di capi d’abbigliamento per neonati e bambini, fino ai quattordici anni.

Nel 1983 Angelo Pera e gli altri imprenditori sono partiti per il Brasile e, durante il viaggio, hanno trovato un’azienda che si occupa della produzione di t-shirt bianche, magliette molto semplici ma che hanno segnato l’inizio della nascita del brand.

Gli imprenditori hanno concluso un accordo con l’azienda in Brisile: le t-shirt prodotte sono le magliette originali indossate dai marines degli Stati Uniti – così è nato il nome del brand. Dall’anno in cui l’azienda Original Marines è stata fondata al 1992 sono stati venduti 25 milioni di capi: l’idea delle semplici t-shirt bianche è stata, quindi, un punto di svolta.

I primi dieci anni della storia dell’industria di Original Marines sono stati caratterizzati dalla produzione dei capi proprio in Brasile. Oggi l’azienda produce ancora in Brasile e anche in Cina, Bangladesh, Indonesia, India e Thailandia.