Gabriele Defilippi oggi: chi è il giovane condannato per l’omicidio Rosboch

0
181

Che fine ha fatto Gabriele Defilippi oggi: chi è il giovane condannato per l’omicidio dell’insegnante Gloria Rosboch.

Uno speciale in onda su Nove ricostruirà l’omicidio dell’insegnante Gloria Rosboch, scomparsa il 13 gennaio 2016 a Castellamonte, dove viveva con gli anziani genitori. Una puntata speciale di Inganno d’amore, dunque, è dedicata a uno dei delitti più efferati degli ultimi anni. A compierlo un giovane all’epoca 22enne: Gabriele Defilippi.

La donna venne ritrovata cadavere un mese dopo la sua scomparsa in una vasca di scolo, nei boschi di Rivara, in Canavese. Personaggio dai mille volti, il giovane le aveva promesso di volersi trasferire con lei in Francia, ma in realtà la stava truffando e le aveva sottratto in questo modo quasi 200mila euro.

Sentendosi scoperto e messo alle strette, avrebbe ucciso la donna, con la complicità dell’amico amante Roberto Obert. A dicembre 2019, sono diventate definitive in Cassazione le condanne di Gabriele Defilippi, a 30 anni, e dell’amico a 18 anni e 9 mesi. Era finita sotto processo anche la madre del giovane, Caterina Abbattista.

Che fa oggi Gabriele Defilippi: la condanna a 30 anni e il Coronavirus

Questa venne arrestata anche, insieme al figlio, il 19 febbraio 2016, ovvero poco dopo il ritrovamento del cadavere di Gloria Rosboch. Era ritenuta complice del delitto, ma è stata assolta dall’accusa di concorso in omicidio e condannata a 14 mesi per il solo reato di truffa. In aula di tribunale, suo figlio dichiarò: “L’autore materiale del delitto sono io, Obert non c’entra”, cercando così di scagionare del tutto il complice.

Dal processo, emerse che la cifra sottratta a Gloria Rosboch avrebbe contribuito ad alimentare un circolo vizioso fatto di scommesse ai casinò di Montecarlo, Saint-Vincent e Sanremo, cocaina, orologi e shopping di lusso e prostituzione. Il piano per uccidere la donna sarebbe stato poi confidato da Defilippi, ubriaco, alla fidanzata Sofia, che però è risultata del tutto estranea ai fatti. Gloria Rosboch aveva invece confidato all’amica Anna che il rapporto con Gabriele Defilippi era fatto di “qualche bacio, chiacchierate e cene”. Poco dopo l’arresto, il giovane aveva anche tentato il suicidio in carcere.

Oggi dalla sua condanna definitiva sono passati quasi due anni. Ad aprile 2020, ha contratto il Coronavirus in carcere e temporaneamente era stato trasferito ai domiciliari in un alloggio a Torino messo a disposizione dalla madre, Caterina Abbattista. Qualche giorno fa, è morto Ettore, l’anziano genitore di Gloria Rosboch, il cui dolore per la morte della figlia è stato davvero grande.