“Sette tumori”, il dramma di Pino D’Angiò: come sta oggi il cantante

0
184

Pino D’Angiò – celebre cantautore che ha esordito nel 1979 – è sopravvissuto a ben sette tumori. Dopo dieci anni è tornato con un nuovo album: “Jazz, donne, fragole & ombrelli”.

Pino D’Angiò, dopo aver riscosso un grande successo a partire dagli anni ’80, è tornato l’anno scorso con un disco uscito dopo dieci anni di pausa.

Pino D'Angiò
(screenshot video)

Il cantautore ha lottato contro il cancro ed è riuscito a vincere la battaglia per ben sette volte. Il titolo del suo ultimo lavoro è “Jazz, donne, fragole & ombrelli”.

Pino D’Angiò: il nuovo album dopo dieci anni

Pino D’Angiò, all’anagrafe Giuseppe Chierchia, è un noto cantautore nato a Pompei. Il successo per D’Angiò è arrivato negli anni ’80, in particolare grazie al brano “Ma quale idea”, diventato molto popolare sia in Italia che all’esterno (soprattutto in Spagna).

Foto Facebook

“Ma quale idea”, pubblicato nel 1980, è un brano che ha segnato la nascita dell’hip hop nel paese, con la sua campionatura della linea di basso di “Ain’t no stoppin’ us now” del gruppo McFadden & Whitehead.

D’Angiò, con il suo atteggiamento da “gradasso” e dongiovanni e con la sua sigaretta sempre accesa, è stato un artista rivoluzionario a modo suo: nel 1990 ha prodotto la hit dance “The Age of Love” insieme a Bruno Sanchioni, considerata il primo brano mondiale di musica “trance”.

Nel 2005 è iniziata la lotta di D’Angiò: il cantautore è sopravvissuto a un sarcoma. Nel 2009 gli è stato diagnosticato un cancro alla gola dal quale è riuscito a riprendersi ma che lo ha portato ad interrompere la sua carriera musicale. L’artista ha affrontato anche un tumore polmonare, un infarto e un arresto cardiaco.

Dopo dieci anni, Pino D’Angiò è tornato con l’album “Jazz, donne, fragole & ombrelli”. Nonostante siano passati tanti anni e sia rimasto con una sola corda vocale, il cantautore non ha abbandonato la sua attitudine da “smargiasso di periferia”.

In un intervista riportata da Il Mattino, D’Angiò ha parlato del suo ultimo lavoro e della scelta del titolo, a partire dal Jazz che è una sua “antica passione”. Per quanto riguarda le donne, la narrazione delle sue conquiste è una caratteristica anche dei brani più vecchi, con un atteggiamento da macho in realtà auto-ironico. Ora D’Angiò si definisce come un finto “latin lover”, ricordando il suo passato.

Le fragole sono state inserite nel titolo in quanto “Fanno colore, portano allegria” ha spiegato l’artista, contrapponendole ai guai che secondo lui porta il sesso femminile. Gli ombrelli sono stati scelti da D’Angiò perché “nella vita bisogna sapere sempre come ripararsi” e anche per un riferimento in una canzone all’interno del disco.