Scozia sotto choc, la star del rugby morta a 26 anni

0
310

Un grave lutto ha colpito il mondo dello sport femminile: la giocatrice scozzese di rugby Siobhan Cattigan è morta all’età di 26 anni.

La giocatrice scozzese di rugby Siobhan Cattigan è morta all’età di 26 anni,lo hanno annunciato l’organo federale dello sport, molto popolare in Scozia, e il suo club. La Cattigan, che ha giocato per lo Stirling County RFC, è morto il 26 novembre, ha detto il club.

La Contea di Stirling l’ha descritta come una “ispirazione” per tutte coloro che vogliono praticare questo sport, mentre lo Scottish Rugby, l’organo di governo dello sport, ha affermato che era una “talentuosa giocatrice di rugby in avanti e a tutto tondo”. La 26enne ha giocato 19 presenze con la Scozia tra il 2018 e il 2021.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Mary Benedito, la giovane mamma aggredita e uccisa in casa

Siobhan Cattigan ha fatto il suo debutto internazionale contro il Galles durante il Sei Nazioni 2018. Da allora, ha ottenuto risultati davvero importanti in questo sport, in cui senza dubbio eccelleva. In una nota, la contea di Stirling ha dichiarato: “È con il cuore pesante che trasmettiamo la notizia della tragica scomparsa di Siobhan (Shibby) venerdì 26 novembre”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Ray Kennedy: è morto l’attaccante di Arsenal e Liverpool

Choc per la star dei rugby femminile morta in Scozia a soli 26 anni

“Shibby è stata una parte importante della contea per molti anni e mancherà moltissimo a tutti al club” – si legge ancora – “È stata fondamentale per lo sviluppo del rugby femminile all’interno del club e un’ispirazione per le ragazze della sezione giovanile”. Il club ha detto che era una compagna di squadra e un’amica, aggiungendo: “Piangiamo profondamente la sua perdita”.

“Il nostro amore, i nostri pensieri e le nostre sentite condoglianze sono con la famiglia di Shibby in questo momento devastante. Ci auguriamo vivamente che la loro privacy sia rispettata da tutti mentre affrontano la loro tragica perdita”, ha aggiunto. Lo Scottish Rugby ha anche rilasciato una dichiarazione in cui afferma che è “profondamente rattristato” nell’apprendere della sua morte prima di rendere omaggio alla sua carriera.

Ha quindi ripercorso la carriera dell’atleta, che giocava a rugby sin da quando aveva cinque anni. Ha descritto la storica vittoria della Scozia contro l’Irlanda nel 2018 come uno dei suoi momenti salienti personali quando la squadra ha ottenuto una vittoria in trasferta per la prima volta in 12 anni, ha aggiunto Scottish Rugby.