F1, Gp di Abu Dhabi: Tabellino Gara: Verstappen campione del mondo

In un Gran Premio senza fine è l’olandese a trionfare con un sorpasso all’ultimo giro sul rivale Hamilton

F1, Gp di Abu Dhabi Tabellino Gara

F1, Gp di Abu Dhabi Tabellino Gara

F1, Gp di Abu Dhabi Tabellino GaraAl cardiopalma come tutto l’anno di Formula 1. L’ultima gara si risolve solo all’ultimo giro, con Max Verstappen che sorpassa Lewis Hamilton proprio quando i giochi sembravano fatti. Un regime di Safety Car a soli quattro giri dalla fine permette infatti alla Red Bull di recuperare gli undici secondi di svantaggio sulla Mercedes. L’ennesima decisione, quella dei doppiati da rimuovere sul tracciato, che infiammerà le polemiche, ma questa volta è la scuderia di Christian Horner ad avere la meglio. Il pilota olandese conquista però con merito il suo primo Mondiale, mentre Hamilton rimane a quota sette, mancando il sorpasso nell’albo d’oro a Michael Schumacher.

Cronaca della corsa – L’ultimo e decisivo Gran Premio della stagione si corre in una pista veloce come quella di Abu Dhabi e vede i due contendenti al titolo partire dalle prime due posizioni della griglia. Il pilota RedBull Max Verstappen è in pole position, ma la sua pessima partenza porta subito il rivale in Mercedes Lewis Hamilton a superarlo agevolmente già in avvio. Poco dopo sarà l’olandese a tentare il contro sorpasso, dopo un paio di curve, chiudendo la curva al pilota inglese, ma rientrando nel circuito davanti a Verstappen, i giudici di gara escluderanno la possibilità di un’investigazione per il sette volte campione del mondo. Secondo il direttore Michael Masi e i suoi Hamilton non avrebbe guadagnato dal taglio della pista alcun vantaggio sull’avversario, così dal lasciare le posizioni invariate. Hamilton primo e Verstappen secondo. Nel corso dei giri il divario fra i due aumenterà, complice un crollo della prestazione delle gomme per il pilota in RedBull. Al 14esimo giro Verstappen è così costretto a rientrare a i box per il cambio degli pneumatici. Le Ferrari di Carlos Sainz e Charles Leclerc seguono, tra la quarta e la sesta posizione, ma il pilota monegasco in particolare avrà qualche difficoltà nella gestione della macchina, soprattutto con un errore con il quale ha perso aderenza e ha rischiato di finire la corsa prima della bandiera a scacchi. Tra i due, migliore la prestazione dello spagnolo Sainz, che si posiziona tra il terzo e il quarto posto, tentando l’accesso al podio. Come nel resto della stagione, evidente anche qui la differenza tra la corsa dei primi due della classifica mondiale e tutti gli altri piloti. Va comunque detto che dopo la sosta di Hamilton, è stato il compagno di squadra di Verstappen Sergio Perez a dare il suo meglio nel rallentare l’inglese, istruendogli il sorpasso in ogni parte del tracciato. Quanto basta per permettere all’olandese di avvicinarsi all’inglese, per quanto le prestazioni della Mercedes siano comunque superiori a quelle della vettura rivale. Hamilton conferma così la prima posizione, con Verstappen secondo. Nel finale però accade l’ennesimo colpo di scena, ribaltando le gerarchie e regalando la prima gioia al pilota della RedBull. «Serviva un miracolo a cinque giri dalla fine», dirà Verstappen alla prima intervista da nuovo campione del mondo. Così è stato in una stagione che rimarrà indimenticabile, nel bene e nel male.          

Potrebbe interessarti anche -> Udinese-Milan 1-1: Ibra la pareggia nel finale

Segui gli aggiornamenti della F1 su Twitter

Tabellino della gara

Ordine di arrivo
Verstappen, Hamilton, Sainz, Bottas, Tsunoda, Gasly, Norris, Alonso, Ocon, Leclerc…

Classifica Piloti Definitiva
Verstappen 394,5
Hamilton 387,5
Bottas 226
Perez 190
Sainz 164,5
Norris 160
Leclerc 159
Ricciardo 115
Gasly 110
Alonso 81

Classifica Costruttori Definitiva
Mercedes 613,5
Red Bull 584,5
Ferrari 323,5
McLaren 275
Alpine 155
Alpha Tauri 142
Aston Martin 77
Williams 23
Alfa Romeo 13
Haas 0

Highlights QUI