Emilio Casalini, cosa sapere sul conduttore di Generazione Bellezza

Ecco chi è Emilio Casalini, il presentatore del programma di Natale “Generazione Bellezza”, che vuole raccontare il valore della bellezza italiana.

Arriva “Generazione Bellezza”, il programma natalizio condotto scritto e presentato da Emilio Casalini. La prima puntata andrà in onda alle ore 20.25 sabato 25 dicembre e terminerà domenica 9 gennaio. Il programma racconterà il territorio italiano e le persone che le abitano con storie di coraggio e creatività. Il programma racconterà molti viaggi in queste 15 puntate che andranno da Nord a Sud.

POTREBBE INTERESSARTI: I Fratelli De Filippo, a che ora va in onda: le curiosità sul film di Sergio Rubini

Emilio Casalini (fonte: gettyimages)
Emilio Casalini (fonte: gettyimages)

Chi è Emilio Casalini

Emilio Casalini (CLICCA QUI per tutti gli aggiornamenti sul suo profilo Instagram) presentatore è nato a Padova il 31 agosto 1969 conquista il Premio Giornalistico “Enzo Baldoni” nel 2010 con un documentario sulla condizione dei ragazzi iraniani. Due anni dopo in qualità di giornalista televisivo ha vinto nel 2012 il premio “Ilaria Alpi” grazie ad un’inchiesta sul traffico internazionale di rifiuti.

La sua carriera da giornalista inizia nel 1993 quando inizia a seguire l’iniziativa pacifista “Mir Sada”, e per sei mesi lavora come inviato per un tv locale padovana riguardo l’assedio di Sarajevo. Emilio Casalini conclude i suoi studi nel 1997 con una laurea in “Relazioni Internazionali” presso l’Università di Padova. In quell’anno si trasferisce poi nella Capitale e inizia una carriera come fotoreporter, collaborando nei successivi quattro anni, con una serie di settimanali.

in seguito diventa un corrispondente da Roma per un’emittente televisiva musicale e realizza dei documentari per l’Est Europa ed è co-regista dell’inchiesta “Invisibili siete voi” riguardo il lavoro minorile in Italia. Nel 1999 inizia una collaborazione con Rai News, per dei servizi televisivi dai campi profughi in Albania, oggetto di massacri sui civili dall’esercito serbo.

Nel 2001 si sposta su Rai 3 come redattore e inviato della trasmissione “Dagli Appennini alle Ande” realizzando documentari. Un anno dopo realizza dei reportage sulla guerra in Repubblica del Congo parlando degli sfruttamenti petroliferi a carico della Guinea Equatoriale.

Nel 2004 entra a Rai Educational, come inviato del programma presentato da Valeria Coiante che parlava dell’immigrazione e dei cittadini stranieri. Nel 2007 diventa autore del programma intitolato “Crash dove realizza dei reportage sul caporalato in Puglia e il racconto della ribellione pacifica degli immigrati sfruttati. Nel 2009 lavora in Iran e nel 2012 segue i traffici di rifiuti tossici italiani provenienti dalla Cina.

POTEBBE INTERESSARTI: Nick Casciaro, l’altoatesino vincitore di X-Factor Romania: chi è

Nel 2010 torna a Rai 3, entrando a far parte del gruppo di giornalisti di “Report” presentato da Sigfrido Ranucci dove realizza reportage su temi legati all’ambiente, agli scandali delle Regioni e dei rifiuti tossici. Dal 2011 collabora con il quotidiano “Corriere della Sera” e dal 2020 è il conduttore di “Generazione Bellezza”.