Forrest Gump: sette curiosità sul celebre film di Zemeckis

0
121

Forrest Gump, dalla sua uscita, è diventato uno dei film più incisivi degli ultimi tempi: ecco sette curiosità sul film con Tom Hanks.

Forrest Gump è un film del 1994, diretto dal regista Robert Zemeckis ed interpretato da Tom Hanks. L’anno successivo alla sua uscita, il film ha ottenuto sette statuette durante i Premi Oscar, diventando uno dei migliori film statunitensi degli ultimi tempi.

Forrest Gump
(screenshot video)

Zemeckis, nella realizzazione del film, si è ispirato all’omonimo romanzo del 1986 ad opera di Winston Groom, che racconta del protagonista Forrest Gump. Nato a metà degli anni Cinquanta  negli Stati Uniti, Forrest è dotato di uno sviluppo cognitivo inferiore e, per via di una serie di coincidenze, assiste ad importanti eventi della storia americana, diventandone un testimone.

Forrest Gump: ecco le curiosità sul film

Di seguito sette curiosità sul film entrato a far parte dell’immaginario popolare con frasi diventate famose come “Corri, Forrest, corri”.

Forrest Gump
(screenshot video)

Iniziamo proprio con la corsa di Forrest, ispirata ad una storia vera. Nel 1982, Louis Micheal Figueroa ha corso dal New Jersey a San Francisco, a soli 16 anni, in supporto dell’American Cancer Society. Nel film, la scena della corsa non è stata interpretata da Tom Hanks ma dalla sua controfigura, suo fratello Jim.

La seconda curiosità riguarda gli attori che sono stati scartati prima di arrivare alla scelta di Tom Hanks: John Travolta – il quale ha rinunciato al ruolo per interpretare Vincent Vega in Pulp Fiction – Chevy Chase e Bill Murray.

Ci sono delle differenze tra il Forrest Gump del film e quello del romanzo: nel libro di Groom, Gump è più disinvolto, passionale e con diverse doti. Passa dal diventare un campione di scacchi al lavorare per la Nasa come astronauta e, nel corso di una missione, si ritrova accidentalmente in Papua Nuova Guinea dopo essere precipitato, dove viene tenuto come prigioniero per ben quattro anni.

Il romanzo dal quale il film ha preso ispirazione ha due sequel: Gump&Co. e Gumpisms. I produttori avevano avuto l’idea di lavorare ad un sequel anche del film, che avrebbe mostrato Forrest Gump una volta diventato adulto e padre. Il progetto, però, è stato abbandonato.

La quinta curiosità riguarda la famosa panchina in fibra di vetro, sulla quale è solito sedersi Forrest. La panchina era a Savannah (Georgia) ma è stata spostata nel Museo di Storia della Città per poterla tenere al riparo dai fan.

Forrest è originario dell’Alabama e Tom Hanks ha imparato l’accento tipico degli Stati del Sud per poter interpretare il personaggio.

Infine, in una scena del film è presente un riferimento a La Dolce Vita, celebre film italiano. Si tratta della prima volta in cui Forrest e Jenny si incontrano, a Washington: in seguito al discorso di Forrest, reduce dalla Guerra del Vietnam, Jenny cerca di raggiungerlo attraversando la Lincoln Memorial Reflecting Pool. Vedendola, Forrest si lancia nell’acqua. La scena rimanda a quando, in La Dolce Vita, Anita Ekberg fa il bagno nella fontana di Trevi.