Michael Schumacher: 8 anni dall’incidente, come sta oggi

Il campione della Formula 1, Michael Schumacher: 8 anni dall’incidente, come sta oggi, ecco che cosa sappiamo.

Era il 29 dicembre 2013, quando un terribile incidente mentre sciava sulle Alpi francesi compromise la salute dell’ex campione di Formula 1, Michael Schumacher. Oggi sono passati esattamente otto anni e in molti si chiedono quali siano le reali condizioni del campione. Un mistero che permane.

Da allora, infatti, la sua famiglia ha stretto il massimo riserbo intorno all’ex pilota Ferrari e ben poco si è saputo sulle sue reali condizioni fisiche. Tributi sono arrivati ​​oggi per la leggenda tedesca della Formula 1, in occasione dell’ottavo anniversario dell’incidente che ha cambiato la vita sua e della sua famiglia.

Leggi anche –> Schumacher “un combattente”, l’ex pilota riaccende la speranza

#KeepFightingMichael è stato un trend su Twitter mentre i fan di tutto il mondo mostrano il loro sostegno. Ma i dettagli sulle condizioni del 52enne sono in gran parte sconosciuti poiché la sua famiglia continua a optare per la privacy. Schumacher resta la leggenda del suo sport, dominando sette titoli mondiali e collezionando un totale di 91 vittorie.

Leggi anche –> Michael Schumacher “sveglio, ma non risponde”, le rivelazioni del chirurgo

Come sta Michael Schumacher oggi: 8 anni fa il tragico incidente

All’epoca dei fatti, si era già ritirato dalla Formula 1 e stava passando un periodo di relax insieme alla sua famiglia presso la località di Meribel delle Alpi francesi. Mentre sciava con il figlio Mick, allora quattordicenne, Schumacher ha attraversato un’area fuori pista ed è caduto, sbattendo la testa su una roccia. Indossava un casco – i medici hanno detto che sarebbe morto senza uno – ma si è rotto nell’impatto, lasciando il pilota con un grave trauma cranico.

È stato trasportato in aereo all’ospedale di Grenoble in Francia per cure di emergenza, qui è stata diagnosticata una “lesione cerebrale traumatica”. È stato messo in coma farmacologico per sei mesi, subendo due importanti operazioni per rimuovere sangue e pressione dal suo cervello. Dopo aver ripreso conoscenza, è stato trasferito all’ospedale universitario di Losanna, in Svizzera, per la riabilitazione. Nel settembre 2014, Schumacher è stato riportato nella sua casa sul Lago di Ginevra per un’ulteriore riabilitazione. Da allora, di fatto, non si sa nulla sulle sue reali condizioni e tanto si è speculato in questi anni.

Sulla sua salute, sappiamo quello che lascia trapelare la moglie Corinne, che ha sostenuto tra l’altro: “A tutti manca Michael, ma Michael è ancora qui. Diverso, ma lui è qui, e questo ci dà forza”. Anche Jean Todt, l’ex manager della stella della Formula Uno alla Ferrari, si è lasciato andare a poche dichiarazioni sulla reale salute di Schumacher: “La nostra amicizia non può essere la stessa di una volta solo perché non c’è più la stessa comunicazione di prima”. Frasi sibilline che confermano un quadro clinico complesso.