Gli incendi piegano il Colorado: migliaia di sfollati

Gli incendi stanno devastando il Colorado, complici i venti che hanno raggiunto anche i 169 Km all’ora, complice la siccità a causa del disboscamento, migliaia di persone sono state sfollate.

(Photo by Marc Piscotty/Getty Images)

I roghi stanno devastando il Colorado, dove la siccità ha raggiunto livelli da record e il vento soffia a più di 160 chilometri orari. Incendi che nella loro ira stanno distruggendo casa dopo casa, al momento più di 500 abitazioni sono state devastate dal fuoco.

Però, come spiega Rai News, questa volta non sono state le zone rurali ad essere colpite, ma quelle suburbane. Le autorità hanno affermato che per una buona parte gli incendi sono stati scatenati dalla caduta dei tralicci della rete elettrica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ambiente: la foresta amazzonica sta per collassare

Dal Colorado definiscono gli incendi, probabilmente come i più gravi nella storia del Paese. Due città sono state coinvolte dai roghi, l’una distante 6 Km dall’altra, a pochi chilometri da Boulder. Le due città sono Louisville, una cittadina di 21 mila abitanti e Superior, quella più colpita, che ne conta 13 mila. Sette cittadini sono stati rimasti coinvolti e feriti durante i roghi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amazzonia: su Facebook la foresta pluviale in vendita (illegalmente)

Migliaia di cittadini stanno cercando invece di lasciare le città coinvolte, molti sono rimasti senza una casa e cercano rifugio altrove. Come spiega Rai News non è stato ancora definito il numero di soggetti che hanno subito ustioni e che in parte si trovano nelle strutture ospedaliere.

La testimonianza degli evento che stanno colpendo la parte occidentale degli USA è arrivata dallo sceriffo della contea che ha raccontato che i roghi hanno colpito molte abitazioni: “Circa 370 case sono state distrutte dalle fiamme nel quartiere di Sagamore. È possibile che altre 210 lo siano state a Old Town Superior” ha affermato lo sceriffo della contea di Boulder Joe Pelle – un numero che però sembra aver raggiunto le 600 unità distrutte. 648 ettari di vegetazione sono invece andati in fumo e un ospedale ha dovuto far evacuare i propri pazienti.