Gianmarco Saurino, che novità per lui: c’è una pazza idea dopo il trionfo in tv

Per l’attore di DOC i piani per il futuro sembrano pronti a una pazzia totale. Gianmarco Saurino è richiestissimo, la proposta è allettante

Gianmarco Saurino
Gianmarco Saurino: il suo futuro è più che roseo (Youtube)

E’ uno degli attori più in voga in questo momento, Gianmarco Saurino. Dopo le sue partecipazioni in Che Dio ci Aiuti, in cui interpretava il bello e dannato avvocato Nicodemo, Saurino ha rimarcato tutta la sua bravura in DOC – Nelle tue mani. La serie dei record, con Luca Argentero, gli ha permesso di essere ancora più famoso e più apprezzato, soprattutto dal pubblico giovane.

Nelle ultime ore, proprio dai suoi telespettatori, Saurino si è visto trascinato in una proposta veramente inaspettata e inaudita, che lo vorrebbe proprio in uno degli eventi più importanti d’Italia.

Gianmarco Saurino è pronto: i fan lo richiedono a gran voce

Gianmarco Saurino
Gianmarco Saurino in DOC, la serie dei record (Youtube)

In DOC, Gianmarco Saurino ha fatto vedere altri lati di sè rispetto a quelli mostrati fino a quel momento. Se in Che Dio ci aiuti ha fatto conoscere la sua simpatia e il suo fascino, in DOC ha mostrato di sapere interpretare anche personaggi complessi e profondi. La scelta, della regia e sua, di sceglierlo come primo medico a morire vittima di Covid-19, poi, rende la sua partecipazione alla serie tv ancora più memorabile e iconica.

L’attore ha dichiarato di aver accettato di lasciare DOC – Nelle tue mani poiché desidera tornare a teatro e, in particolare, si era ripromesso di portare Shakesperare in teatro prima dei trent’anni. I suoi piani per il futuro, quindi, sembrano essere almeno per il momento lontani dal piccolo e grande schermo. Dai suoi fan, però, si alza a gran voce un coro che lo vorrebbe proprio là, sul palco del Festival dei record:

Pierpaolo Spollon è collega di Gianmarco Saurino sia nella vita reale che in DOC, dove anch’egli interpreta un medico impegnato nel settore d’urgenza. Le fan dei due simpatici e irriverenti attori sognano un Festival di Sanremo condotto da loro due. Altri, invece, li propongono come valletti:

Sicuramente un valletto uomo sarebbe inedito, sul palco dell’Ariston. La presenza di due ragazzi a fianco di due conduttrici segnerebbe sia una conduzione senza precedenti che un esempio per altri programmi. Chissà se queste proposte, da sogni inespressi, possano diventare realtà.