“Se sganciassero più soldi”: dubbi sul futuro di Avanti un Altro, bordata contro Mediaset

Il programma storico di Paolo Bonolis e Luca Laurenti potrebbe avere dei problemi. Avanti un Altro ha bisogno di qualcosa in più, parole dure

Luca Laurenti e Paolo Bonolis
Luca Laurenti e Paolo Bonolis (Mediaset Infinity)

E’ il quiz più rapido e incalzante della televisione italiana, Avanti Un Altro. Paolo Bonolis, infatti, è noto ai più per la sua capacità di parlare a una velocità estrema, qualità che gli consente di condurre anche l’ultimo gioco del programma, quello più difficile. Con Luca Laurenti, Paolo Bonolis conduce ormai da anni Avanti Un Altro e nel tempo ha anche provato a rinnovarlo, proponendo la versione serale.

“Avanti un Altro! Pure di sera”, però, non ha affatto sfondato gli ascolti come si sperava. Immediate le analisi e i commenti da parte dei fan, che han voluto provare a capire cosa non stesse funzionando. E il problema, oggi, sembra essere venuto a galla.

Avanti un Altro, i suoi numeri fan pensare

Avanti un Altro
Avanti un Altro (Mediaset Infinity)

Ciò che ad Avanti un Altro garantisce il successo, stagione dopo stagione, è frutto di un mix di ingredienti ben costruito e bilanciato. Innanzitutto, la coppia formata dai due conduttori è ormai un duo artistico solido, che non lascia spazio a battibecchi e incomprensioni. Il cast del quiz, poi, con tutti i personaggi strani pronti a interrompere la concentrazione dei giocatori, crea divertimento e ironia nel pubblico, anche il più giovane.

Anche i concorrenti sono scelti in modo preciso, dando priorità a personaggi iconici, divertenti ed estremamente particolari. Il tutto viene condito dalla capacità di Paolo Bonolis di coinvolgere anche il pubblico sia in studio sia a casa. La versione pre-serale, nella giornata di giovedì 16 febbraio, ha toccato picchi di share incredibili, con 4.2 milioni di spettatori. Un risultato pazzesco che riconferma che il quiz è perfetto per il pre-serata. Come analizza Fabio Fabbretti, un giornalista di DavideMaggio.it, Mediaset potrebbe provare a pensarlo in sostituzione a Striscia la Notizia, format che ormai non raccoglie molti frutti.

Un altro utente, però, fa un’analisi profonda della questione. “Avanti un Altro! Pure di sera”, infatti, aveva secondo molti la pecca di risultare estremamente troppo simile alla versione pre-serale. Questo creava noia nel pubblico, che non capiva il motivo di dover seguire l’esatta coppia di un format già presente in una fascia oraria. La proposta del pubblico, quindi, è molto tagliente ma fa luce su una realtà spesso poco considerata: quella economica.

Chissà se gli autori di Avanti un Altro e Mediaset proveranno a ripensare la versione serale di questo show, che ha dato a Paolo Bonolis e a Luca Laurenti un successo incredibile. Sicuramente qualche ingrediente andrebbe calibrato meglio.