Gonfiore addominale, che incubo: tre alimenti e 1 trucco per appiattire la pancia subito

Il gonfiore addominale è una compagnia fastidiosa e imbarazzante, soprattutto in vista della bella stagione: ecco come eliminarlo.

gonfiore addominale
gonfiore addominale (fonte youtube)

Quante volte ci succede, spesso dopo un pasto abbondante, di lamentare una fastidiosa sensazione di tensione all’addome? Altre volte la pancia gonfia si presenta sin dal mattino, nonostante un’alimentazione sostanzialmente equilibrata. Il bottone dei jeans tira pericolosamente, la camicia ci fa difetto, e quel tubino che tanto amiamo indossare sottolinea una pancetta francamente inopportuna. Come rimediare, allora?

Eliminare il gonfiore addominale si può: ecco i 3 cibi alleati della pancia piatta, e un trucchetto semplicissimo per ritrovare la linea in brevissimo tempo.

Gonfiore addominale: come ritrovare il perfetto bilanciamento

gonfiore addominale
gonfiore addominale (fonte pixabay)

Come spesso accade, i rimedi per eliminare l’effetto “pancia gonfia” sono integrati nell’alimentazione. Il gonfiore, infatti, è originato dalla fermentazione del cibo operata dai batteri intestinali: questo processo provoca infatti una produzione di gas che faticano a percorrere l’intestino. Un regime alimentare squilibrato può sicuramente accentuare gli episodi di gonfiore, ma integrando alcuni alimenti è possibile scongiurare questa fastidiosa compagnia ricorrente.

Si consiglia di assumere porzioni regolari di finocchio, consumato sia crudo, che cotto. Una tisana a base di semi di finocchio, inoltre, è in grado di agevolare i processi fermentativi dell’intestino, sgonfiando così la figura. Per preparare il decotto, è sufficiente lasciare in infusione i semi di finocchio in acqua fredda, portata poi ad ebollizione per almeno 10 minuti. Per un infuso più concentrato, è possibile lasciare in infusione i semi per ulteriori 10 minuti, ed è consigliabile consumarlo dopo il pasto serale.

Anche lo yogurt greco, ricco di probiotici naturali, è in grado di aiutare la flora batterica, e velocizza perciò i processi digestivi dell’organismo. Consumato in abbinata con dei mirtilli freschi o fragole, inoltre, potenzia le sue proprietà diuretiche, e velocizza perciò il metabolismo dei cibi consumati.

Da non sottovalutare anche il consumo di carciofi: questo prezioso ortaggio è un alleato insostituibile per combattere la ritenzione idrica, e vanta proprietà diuretiche. Diversi studi ne hanno dimostrato anche l’efficacia nella lotta al sovrappeso, al diabete e al cosiddetto colesterolo cattivo. Ha un contenuto calorico molto basso, e apporta ferro, calcio e le vitamine A, B e C. Ha inoltre un effetto depurativo, e facilita il transito intestinale. Dalle sue foglie è possibile ricavare un infuso per alleviare i problemi digestivi ed epatici, e si rivela un vero toccasana per la salute.

Pancia gonfia? Ecco un altro escamotage per risolvere il problema

C’è un ulteriore trucchetto per ottenere risultati immediati e ritrovare la forma perduta: ormai sono risaputi i benefici del digiuno a intermittenza. Saltare la cena a giorni alterni, magari ricorrendo a qualche spuntino nel tardo pomeriggio, aiuta a ritrovare la linea. In ogni caso è consigliabile consumare l’ultimo pasto della giornata entro le ore 18.00, e di non coricarsi troppo tardi. Con questa routine di salute, il corpo riuscirà ad elaborare i cibi ingeriti in tutta tranquillità, salutando la nuova giornata in perfetta forma fisica!