Nuovo bonus da 2.500 euro: le informazioni per capire se ti spetta e come ottenerlo

Sta per essere inaugurato un nuovo bonus di 2.500 euro per i giovani lavoratori: ecco a chi spetta e come fare richiesta.

bonus 2.500 €
bonus 2.500 € (fonte pexels)

Nonostante i prezzi del carburante stiano toccando vette stellari, il trasporto su gomma in Italia è un settore a cui il commercio non può rinunciare. Secondo una recente stima, l’intero comparto sarebbe in sofferenza da mesi: un recente report rivela che mancherebbero all’appello circa 20.000 camionisti.

Per incentivare i giovani a puntare su una carriera nei trasporti, il Governo ha deciso di attuare una nuova politica di welfare. Tale misura è volta a riqualificare professionalmente un’ampia fetta di aspiranti camionisti volenterosi. Il bonus sarà accessibile a cittadini di età compresa tra i 18 e i 35 anni, e prevede lo stanziamento di ben 25,3 milioni di euro complessivi. Vediamo nel dettaglio come fare ad ottenere la succosa agevolazione, e in cosa consiste.

Bonus patente 2022-2026: ecco i punti salienti

bonus 2.500 euro autotrasporti
bonus 2.500 euro autotrasporti (fonte pexels)

L’importo complessivo dedicato al bonus patente sarà ripartito in due tranches temporali: la prima erogazione, consistente in 3,7 milioni, avverrà nell’anno corrente, mentre la seconda, che ammonterà a 5,4 milioni di euro, sarà scaglionata dal 2023 al 2026.

I richiedenti del bonus patente potranno ottenere l’abilitazione alla guida professionale di mezzi pesanti, e l’importo concesso dallo Stato coprirà circa l’80% delle spese per la scuola guida. La patente di categoria C, infatti, prevede un prezzo che oscilla tra i 1.200 e i 2.000 euro per il solo ottenimento della qualifica. Sempre più giovani saranno perciò agevolati ad introdursi in tale settore professionale. L’obiettivo di Enrico Giovannini – Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile -, infatti, è quello di formare 10.000 novelli conducenti entro i prossimi 5 anni. L’assenza di professionisti qualificati sta danneggiando pesantemente il commercio e la distribuzione delle merci nell’intero Belpaese, che abbisogna di una rete capillare di consegne a regolare cadenza.

Nei prossimi mesi il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile renderà noti direttamente dal sito web istituzionale gli ulteriori requisiti per accedere al bonus, nonché le modalità per richiederlo. Il decreto attuativo completerà le misure previste dal decreto Milleproroghe, e sarà emanato in sinergia con il Ministero dell’Economia e delle finanze.