Raffaella Carrà | L’omaggio fantasma della Rai, situazione grottesca: l’ultima novità lascia a bocca aperta

L’icona della TV Raffaella Carrà torna di nuovo alla ribalta: tam tam in RAI attorno all’attesa data-evento.

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà (fonte instagram)

A quasi un anno di distanza dalla sua scomparsa, la compianta Raffaella Carrà rappresenta ancora un tema molto divisivo per milioni di italiani. A differenza di molte icone dello spettacolo italiano, alla star della musica e dello spettacolo in salsa LGBTQ non sono stati tributati sufficienti onori, reclamano i fan.

Il suo microscopico omaggio durante l'”Eurovision Song Contest“, evento ospitato a Torino, è stato solamente un assaggio della sua frizzante arte. Milioni di spettatori stanno perciò attendendo da lungo tempo un evento dedicato unicamente a lei, regina del piccolo schermo, e l’emittente RAI sembra finalmente aver raggiunto un punto fermo.

Raffaella Carrà, per la data-evento si dovrà aspettare il 2023

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà (fonte youtube)

L’epidemia di Covid-19 ha provocato, oltre all’emergenza medica, lo slittamento di molti programmi e concerti, causando un grave danno all’intero comparto. La presenza di spettatori è stata infatti ritenuta poco sicura, alla luce delle direttive del Governo in materia sanitaria.

La notizia bomba, da poco carpita da “TVBlog”, riguarda proprio la data in cui RAI ha deciso di programmare una serata interamente dedicata alla Raffaella nazionale. Secondo i rumors, l’evento avrà luogo in prima serata su RAI 1, non prima del 18 giugno 2023. Proprio in quella giornata ricorrerà l’ottantesimo compleanno della cantante e soubrette italiana, e molte star del panorama nostrano parteciperanno alla celebrazione postuma.

L’inedito spettacolo porterebbe provvisoriamente il nome di “Fiesta“, tratto dal successo discografico di Raffaella Carrà, pubblicato nel 1977 ma da molti anni evergreen della musica italiana.

I fan gridano allo scandalo: per quale motivo i vertici RAI stanno così a lungo rimandando il tributo della loro beniamina? La stagione estiva è ormai alle porte, e gli eventi all’aperto sono ritornati ad essere una consuetudine. L’attesa di un altro lungo anno, prima di celebrare con fasto la carriera e la vita della poliedrica artista, appare una scelta inspiegabile agli occhi dei più.

E voi, che ne pensate?