Estate e pantaloncini corti | Massima attenzione: possono provocare un problema molto fastidioso

Con l’arrivo del caldo, tutti preferiscono indossare indumenti corti e leggeri. Questo, però, può avere drastiche conseguenze per la pelle

Pantaloncini corti
Pantaloncini corti (Pixebay)

Il caldo degli ultimi giorni, già percepibile a maggio in piena primavera, ha imposto a tutti un cambio d’armadio repentino. Via giacche, maglioni e dolcevita per fare spazio a camicette leggere, gonne e pantaloncini. La pelle si scopre, lasciando che il sole abbronzi la cute e che l’aria rinfreschi il corpo accaldato: è l’estate.

Soprattutto per le donne, però, portare indumenti molto corti può avere una fastidiosa conseguenza a livello della salute delle gambe. Ecco di cosa si tratta e come si può porre rimedio a questa situazione, senza dover per forza mettere i pantaloni lunghi.

Estate e indumenti corti: occhio allo sfregamento

Sfregamento delle cosce
Sfregamento delle cosce (Pexels)

Indossare molto spesso i pantaloncini corti o la gonna può portare le cosce a sfregarsi più frequentemente una contro l’altra, soprattutto se non si è magrissimi. Basta infatti un normopeso perfettamente in salute per creare questa fastidiosa situazione: non si pensi che riguarda solo chi è sovrappeso. Allo stesso modo, può succedere anche agli uomini nel caso abbiano cosce importanti.

L‘interno coscia è una zona del corpo molto delicata, dalla pelle sottile. Il continuare a sfregare una gamba con l’altra porta la pelle a irritarsi profondamente: diventa rossa e pruriginosa, talvolta può bruciare e causare anche gonfiore e croste. A peggiorare questa situazione e a favorirne la comparsa sono anche il sole e l’umidità ma, in generale, l’irritazione dell’interno coscia è causato da movimenti ripetitivi.

Per evitare l’insorgere di questo fastidio, si può optare per l’acquisto di mutande lunghe sull’interno coscia, quasi a pantaloncino. In questo modo, la zona delicata sarà protetta dal tessuto in cotone. Allo stesso modo, si possono acquistare fasce anti sfregamento, disponibili in molte taglie e colori: applicate nel punto corretto, eviteranno alla pelle di sfregare continuamente per tutto il tempo della passeggiata. Nel caso in cui non si voglia acquistare una cosa apposita, si può pensare di indossare sotto la gonna un pantaloncino che si possiede già: l’importante è che abbia poche cuciture e che sia corto.

Altri rimedi sono di tipo cosmetico. Esistono in vendita alcuni gel e creme anti sfregamento, che sono formulate appositamente per ridurre l’attrito cutaneo. Si trovano di diverse marche e con diverse profumazioni, in modo da venire incontro a ogni esigenza. Per trattare l’irritazione, invece, ci si può rivolgere al proprio farmacista di fiducia: sono utili unguenti a base di aloe vera, olio di argan e olio di cocco.