Vacanze, prenotazione online | Occhio: questo dettaglio indica che vi stanno imbrogliando

Attenzione alle truffe online per le vostre vacanze: se non prestate attenzione potreste essere facilmente vittima di malintenzionati.

truffe online vacanze
truffe online vacanze (fonte pexels)

Il caldo ormai asfissiante ci fa desiderare di correre a piedi nudi sulla sabbia calda, per poi tuffarci nelle acque accoglienti di suggestive località di villeggiatura. Oppure, perché no, ci invoglia a lunghe passeggiate rinfrescanti nei boschi, assieme alla famiglia, agli amici o al nostro pet.

È momento di vacanze, e dopo due lunghi anni di pandemia si sta verificando un boom di prenotazioni. Sempre più persone si affidano alle piattaforme e motori di ricerca online, evitando di appoggiarsi alle apposite agenzie viaggi presenti sul territorio. Attenzione, però: il rischio di truffa è dietro l’angolo. Scopriamo qui di seguito come tutelarci adeguatamente.

Truffe vacanze online: ecco i consigli, e i campanelli d’allarme

truffe online vacanze
truffe online vacanze (fonte pexels)

Una recente collaborazione tra la Polizia di Stato e l’autorevole portale “Airbnb” ha evidenziato quali sono le casistiche più sospette, e che segnalano la presenza di una truffa incombente. Innanzitutto è bene evitare come la peste le offerte di prenotazione recepite tramite i social: molto spesso si configurano come un vero e proprio tentativo di scam, atto a ribalzarvi su falsi siti ufficiali. Attenzione quindi alle proposte pervenute tramite e-mail, Facebook e Instagram.

Se prenotate con il vostro smartphone, inoltre, assicuratevi di scaricare l’applicazione dallo store ufficiale: in tal modo scongiurerete il rischio di incappare in siti fasulli. Leggete inoltre con attenzione l’annuncio a cui siete interessati. Dati mancanti, descrizione lacunosa, prezzi troppo vantaggiosi (specialmente durante l’alta stagione) possono segnalare un tentativo di truffa in atto. Non solo potreste rimetterci l’importo intero o della sola caparra, ma essere anche accolti da strutture fatiscenti e prive di ogni comfort.

Può verificarsi anche un’ulteriore casistica: quella degli alloggi esca. Se prenotazione e pagamento sono andati a buon fine, può succedere che il proprietario di casa vi inviti, una volta sul posto, a cambiare alloggio. Ovviamente, la sistemazione di ripiego si verifica spesso al di sotto degli standard garantiti inizialmente. Il proprietario potrebbe addurre l’insorgenza di un imprevisto, o di un guasto improvviso nella struttura a voi assegnata. In quel caso, munitevi di smartphone e documentate tutto quello che succede. In tal modo potrete rivalervi grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine preposte ad ulteriori controlli, e ottenere così il doveroso risarcimento.

Prestate dunque attenzione a questi piccoli accorgimenti: non rimane che augurarvi buone vacanze!