Installazione condizionatori, attenzione a come lo fai: 100 mila euro di sanzione per questa svista

Massima allerta all’installazione dei condizionatori. Una disattenzione può costare molto cara: ecco di cosa si tratta

Condizionatore
Condizionatore (Pixabay)

Il caldo estremo di questa estate sta creando grossi problemi per molte persone. Non tutti, infatti, hanno una casa pensata per sopportare queste temperature, soprattutto perché mai come quest’anno la temperatura è stata così insopportabile. Se, fino all’anno scorso, si barcamenava con ventilatori e finestre aperte, in queste settimane la situazione è molto più seria.

 

Molti, quindi, stanno optando per l’installazione di uno o più condizionatori. Massima attenzione, però, alla procedura: una minima svista può infatti comportare una multa dall’importo altissimo. Ecco cosa si deve controllare.

Installazione dei condizionatori: normativa stretta

Condizionatore
Condizionatore (Pexels)

Sebbene l’azione di comprare un condizionatore e installarlo in casa può apparentemente sembrare semplice, in realtà il processo che sta dietro non è affatto scontato. Innanzitutto, è bene rivolgersi a un esperto del settore, il quale può consigliare quale tipo di impianto acquistare in base anche al numero di stanze e alla grandezza dell’area. Sebbene molti decidano di averne uno per stanza, così da gestire i diversi ambienti in modo autonomo, altri optano invece per un unico condizionatore che, con le porte aperte, rinfresca tutta la casa.

 

Oltre ai costi dell’impianto e dell’installazione, però, si devono affrontare anche quelli della normativa F-Gas. Questa è stata introdotta in Italia con il decreto 146/2018 e impone delle norme specifiche a produttori, installatori e rivenditori di condizionatori. Il cittadino privato che si rivolge loro, quindi, deve verificare che l’installatore sia iscritto a questa banca dati. Nel caso di mancata iscrizione e di controllo, il consumatore potrebbe ricevere una sanzione dai 10mila sino ai 100mila euro.

Questo significa, quindi, che non è sufficiente comprare un condizionatore e installarlo in autonomia, o con l’aiuto di un amico. Anche l’installatore, infatti, deve essere iscritto a questo elenco. Una volta attivato secondo le norme, poi, si deve fare i conti anche con il consumo dell’energia. Per quanto sia piacevole averlo in casa, in realtà si deve sapere che è uno degli elettrodomestici più di consumo, soprattutto se tenuto acceso per molte ore.

Una soluzione per contenere i costi potrebbe quindi essere quella dell’installazione di di pannelli fotovoltaici. In questo modo, l’accumulo di energia potrebbe completamente supportare il funzionamento del condizionatore, che quindi andrebbero praticamente a gratis. Massima attenzione, quindi, se desiderate comprare e installare uno di questi elettrodomestici: la prudenza, in fatto di leggi e normative, non è mai troppa.