Matilde Gioli, una rabbia nascosta | “Sono andata in terapia”: senso di colpa inconfessabile

L’amatissima attrice, nella propria vita privata, ha trascorso dei momenti difficili. Il racconto lascia senza parole

Matilde Gioli
Matilde Gioli (Youtube)

Diventata famosa al grande pubblico soprattutto per la sua bravura e per i due magnetici occhi blu, Matilde Gioli ha recentemente mostrato tutte le sue qualità in Doc – Nelle tue mani. Nome d’arte di Matilde Lojacono, l’attrice ha incontrato questo mondo per puro caso a 21 anni quando, iscritta a Filosofia, viene fermata per strada per un ruolo di comparsa ne Il Capitale Umano.

Una volta incontrato il regista Paolo Virzì, però, le propone il ruolo di protagonista e da quel momento in poi la sua vita cambia per sempre. Se nel lavoro inanella un successo dietro l’altro, nella vita privata ha vissuto anche momenti di forte difficoltà: ecco cos’è successo.

Matilde Gioli lo rivela: “Ho tradito”

Matilde Gioli gesto estremo
Matilde Gioli in DOC (Youtube)

Oggi felicemente fidanzata con Alessandro Marcucci, che definisce senza paura il grande amore della sua vita, Matilde Gioli ha rivelato che farebbe subito un figlio con lui. “È il mio migliore amico, la mia guida, mi fa ridere da pazzi, adoro l’odore della sua pelle” ha rivelato in un’intervista a Oggi. Matilde Gioli è quindi innamoratissima e questo si nota anche sui suoi profili social, pieni di fotografie con il fidanzato. In ogni sua relazione, però, si cela una fortissima paura: quella del tradimento.

Matilde, infatti, vive con la paura che qualcuno possa tradirla perché lei stessa è stata una traditrice. Stava con un uomo da un po’ di tempo e a un certo punto, per una questione di lavoro, si reca in un maneggio a prendere lezioni di equitazione. “Persi la testa per lui, per gli animali, per tutto” ha poi rivelato, parlando del proprio insegnante. Non lo disse mai al suo fidanzato che, però, lo scoprì lui stesso dal cellulare di lei.

Dopo la fine di quella storia, Matilde Gioli ha voluto rimanere sola per un po’ di tempo, durante il quale ha anche seguito una terapia. “Mi serviva aiuto per accedere agli angoli bui, alla mia rabbia nascosta, ai sensi di colpa che non rivelo a nessuno” ha ammesso. Nella sua giovinezza, infatti, c’è anche una grande perdita, quella del padre. Se n’è andato dieci anni fa per un tumore e Matilde lo descrive ancora come l’uomo che l’ha amata di più: “Vorrei raccontagli cosa sono diventata, chi sono oggi. Dirgli che sono innamorata” dice, ricordandolo.