Pancia gonfia? Attento alle abitudini sbagliate: se fai questo errore, smetti subito

Se hai frequentemente la pancia gonfia, non per forza è segno di un disturbo gastro-intestinale. Potresti fare questo errore: è pericoloso

Pancia gonfia
Pancia gonfia (Pexels)

La salute passa anche e soprattutto dal benessere gastro-intestinale. Quando stiamo bene, infatti, non ci accorgiamo dell’importanza di questo stato; non appena però qualcosa non va, ecco che si accende l’allarme: cos’è a causare questo malessere? Il gonfiore gastro-intestinale è una condizione che interessa moltissime persone, sia donne che uomini, e che può avere molteplici cause.

Una delle cause maggiori, però, risiede in un gesto che tantissime persone compiono con leggerezza e senza rendersene davvero conto. Se lo commetti, cerca immediatamente di cambiare: ne va della tua salute.

Pancia gonfia: la causa è a tavola

Mangiare velocemente
Mangiare velocemente (Pexels)

Le linee guida consigliano di cercare di dedicare ai pasti, colazione, pranzo e cena, dei momenti ben precisi e dedicati. Anche se si è da soli, quindi, sarebbe ideale apparecchiare la tavola e cucinare qualcosa di nutriente e gustoso, in modo che si soddisfi non solo l’esigenza di introdurre cibo nel corpo ma anche di provare piacere grazie al gusto e all’olfatto. Infine, i nutrizionisti ricordano che per dare al cervello il segnale di sazietà ci vogliono almeno venti minuti: consumare un pranzo in meno di questo tempo, quindi, è dannoso.

Una delle principali cause del gonfiore, infatti, è proprio la velocità con cui si mangia. Masticare in modo veloce e di conseguenza non adeguato non sminuzza il cibo nel modo migliore e, una volta arrivato nello stomaco, questo avrà più difficoltà a digerirlo: per questo motivo, richiederà un maggiore afflusso di sangue e un maggiore sforzo, causando gonfiore, stanchezza e sonnolenza. Uno studio della Società Italiana di endocrinologia ha preso in esame 187 persone con obesità, rivelando che praticamente tutti consumavano il pasto in meno di venti minuti: lo studio ha quindi messo in evidenza come chi mangia in poco tempo tende a consumare più portate e quindi a mangiare di più.

Consumare il pasto velocemente, inoltre, causa gonfiore addominale, proprio perché si ingerisce sia più cibo che più aria. Questo crea disagi non solo a livello estetico, ma anche fisico: ci si sente appesantiti e affaticati e non si riesce in alcun modo a risolvere la situazione. Se quindi si soffre di questo disturbo, è bene indagare le proprie abitudini alimentari prima di ricorrere a medicine: può essere che tutto si risolva semplicemente dedicando più tempo ai pasti.