Hai fatto un incidente in macchina? Cambia tutto oggi

Cambia tutto, per chi ha fatto degli incidenti in macchina. La nuova legislazione è più severa: o l’hai, o sei fregato! Ecco di cosa si tratta

A chi non è mai capitato di fare un piccolo o grande incidente, in auto? Per quanto fastidioso e spiacevole, sono eventi che succedono nella vita quotidiana, andando al lavoro o guidando verso una meta prefissata. Fortunatamente, però, con le assicurazioni ci si può un po’ salvare dal pagamento dei danni: attenzione, perché tutto sta cambiando.

Incidente
Incidente in auto: ora cambia tutto (ck2.it)

Quando si ha un incidente, infatti, se si è vittime del fatto l’assicurazione del colpevole ripaga tutti i danni subiti, sia dell’auto che personali a seconda dell’offerta che ha pattuito con l’assicuratore. Quando si hanno colpe, invece, è la propria assicurazione a pagare i danni subiti e creati: in questo modo, pagando un costo annuale che varia in base ai servizi inseriti, si evita di dover pagare una cifra enorme in caso di incidente grave.

Nelle ultime settimane, però, sta cambiando tutto in merito alla legislazione per gli incidenti. Scopri cosa sta diventando necessario: se non l’hai, sei fregato.

Incidenti: il testimone non basta più

Fino a prima di queste ultime settimane, uno dei problemi maggiori nell’ambito assicurativo è stato quello dei falsi testimoni. Molto spesso, infatti, alle assicurazioni basta che una persona abbia un testimone di un vero o presunto incidente per sganciare i soldi: spesso, quindi, qualcuno approfittava di questa falla per apportare migliorie al proprio mezzo, fingendo una grandinata o un tamponamento.

Oggi, però, la Corte di Cassazione sta trovando un modo per risolvere questo problema e sembra averlo trovato in uno strumento che tutti abbiamo in mano: lo smartphone.

Smartphone
La fotografia dell’incidente è necessaria (ck12.it)

Di recente, infatti, la Corte di Cassazione ha sottolineato il rigore con cui va trattata la materia delle frodi assicurative. Secondo quanto ha detto, sta diventando sempre più fondamentale l’aspetto delle prove dell’incidente, che devono essere presenti e visionabili quando si vuole: si rivela quindi necessario fornire delle fotografie che certifichino la presenza del sinistro e la sua dinamica.

Secondo l’ordinanza 28924 del 5 ottobre 2022, la Cassazione ha quindi depotenziato il ruolo dei testimoni, quando non supportati da prove fotografiche. Nell’era degli smartphone, infatti, secondo le autorità non è normale che un incidente non sia stato fotografato per documentarne i danni. Per quanto questo non diventerà mai regola, perché effettivamente non si può obbligare gli automobilisti ad avere sempre con sé il cellulare, si deve assumere che la testimonianza di una persona, in assenza di immagini, varrà di meno.