Ricordate Valerio Braschi, ex vincitore di MasterChef? Ecco cosa fa oggi

Ecco cosa fa oggi il più giovane vincitore di Masterchef. Oggi venticinquenne, la sua vita è stata stravolta dalla vittoria: la sua quotidianità è questa

Nato a Santarcangelo di Romagna, Valerio Braschi decide a soli 19 anni di iscriversi a Masterchef 6, sfidando sé stesso e altri aspiranti stelle della cucina italiana. Sin dalle prime puntate, il giovane romagnolo conquista tutto il pubblico, ma non solo: i quattro giudici, infatti, non riescono a non riempirlo di giudizi positivi.

Valerio Braschi
Valerio Braschi di Masterchef: cosa fa oggi (ck12.it)

Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo, infatti, gli danno i consigli giusti e, tra complimenti e qualche sgridata, Valerio Braschi riesce a trionfare nella sua edizione. In seguito alla vittoria, pubblica il libro di ricette Mister Boy e si aggiudica il lauto montepremi messo in palio.

Oggi, a sei anni dalla sua vittoria a Masterchef, Valerio Braschi è cresciuto sia come uomo che come chef: ecco cosa fa.

Valerio Braschi: cosa fa oggi

Una volta finito Masterchef 6, Valerio Braschi è entrato nella squadra di Bruno Barbieri e, subito dopo, è diventato executive chef nel prestigioso Ristorante 1978 di Roma. Ad oggi, Valerio porta avanti una cucina innovativa e creativa: qualche mese fa, infatti, aveva fatto parlare di sé per aver ideato la carbonara da bere, la lasagna in tubetto e la marinara in bustina.

Di recente, inoltre, Valerio Braschi ha anche ricoperto il ruolo di Ambasciatore della Cucina Italiana nel Mondo a Nuova Delhi e ha ottenuto grandi riconoscimenti, entrando nella Guida Michelin 2022 e ricevendo il Premio Tradizione Futura 2022 dal Gambero Rosso. Il suo ristorante, elegante e raffinato, offre piatti davvero ricercati:

Molto attivo anche sui social network, Valerio Braschi è in assoluto uno dei concorrenti di Masterchef che più sarà ricordato. Intervistato da Il Resto del Carlino, lo chef ha ammesso che il periodo della pandemia è stato piuttosto difficile da vivere, anche se nonostante le chiusure gli ha comunque permesso di entrare nella guida Michelin. Quando gli viene chiesto quale sarà il suo prossimo passo, lo chef Braschi non ha dubbi: “Il prossimo è conquistare una stella Michelin. Sia chiaro, non lavoro per quella… Ma mi farebbe piacere: vorrebbe dire che ho imboccato la strada giusta dopo la vittoria a Masterchef“.

Nel locale di cui è executive chef lavorano 7 persone, 5 delle quali in cucina e 2 in sala. Nessuno dei collaboratori di Braschi ha più di trent’anni e questo è, a suo parere, il vero segreto: ” Siamo giovani, ma affiatati e con tanta voglia di lavorare… Ogni giorno al ristorante ci facciamo un gran mazzo. E i risultati stanno arrivando” ha rivelato, ammettendo che l’ingrediente del successo è l’impegno e il vero divertimento per ciò che si fa.