Giovane calciatore morto dopo 10 giorni di coma: “Era malato di cuore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:49
0
350

La tragedia di Rue McNiel, giovane calciatore del Texas, morto dopo un malore subito in allenamento e 10 giorni di coma: “Era malato di cuore”.

(foto GoFundMe)

Uno studente-atleta di 18 anni di Guthrie, in Texas, è morto dopo aver accusato un malore, sembra dovuto a un colpo di calore di metà agosto durante gli allenamenti di calcio. L’adolescente, Rue McNiel, è morta lunedì notte al Texas Children’s Hospital di Houston. McNiel ha subito il colpo di calore il 13 agosto. Dopo una decina di giorni di agonia, è arrivata la tragica notizia del decesso del ragazzo.

Leggi anche –> Morto Landon Clifford: la star di Youtube e giovane papà aveva 19 anni

Il dramma di Rue McNiel: chi era il giovane calciatore morto dopo un malore

È stato creato un account GoFundMe per conto della famiglia per sostenere le spese mediche associate al ricovero di McNiel. Nell’appello sul sito di crowdfunding si legge: “Stiamo lavorando come una squadra insieme a molte altre piccole comunità circostanti per aiutare a raccogliere fondi per questa famiglia poiché si assumerà molte spese mediche ora e in futuro”.

“Molte persone hanno chiesto come possono aiutare” – si prosegue – “Le preghiere sono di gran lunga più importanti in questo momento. Questa pagina è stata creata per coloro che desiderano sostenere le spese mediche per questa famiglia”. Da quanto si apprende, il giovane calciatore era malato di cuore. Non è ancora stata indetta la data dei funerali del giovane calciatore morto in maniera così traumatica.

Leggi anche –> Francesca Manfredi: il giallo della morte della ragazza di 24 anni