Festival di Castrocaro 2020, chi sono i giudici Maria Antonietta e Riccardo Zanotti?

0
494

Questa sera in onda su Rai 2 la diretta della finale della 63° edizione del Festival di Castrocaro. Bugo, Maria Antonietta, Taketo Gohara e Riccardo Zanotti i giudici della serata.

donnaglamour.it

È giunta la finale della 63° edizione del Festival di Castrocaro, nato nel 1957 con il nome di “Festival del Cantante”. Numerosissime le voci note passate da qui, alcuni tra i quali Caterina Caselli, Eros Ramazzotti e Zucchero, vincitore dell’edizione del 1991 insieme alla cantante Fiordaliso. Alla conduzione della finalissima della 63° edizione ci sarà un solitario Stefano De Martino che però si accompagnerà con gli sketch comici del duo degli Arteca, direttamente dal programma Made in Sud.

Festival di Castro Caro, la finale in diretta su Rai 2

Saranno 8 i finalisti che si contenderanno il titolo di vincitore assoluto della 63° edizione del Festival, una vittoria che li porterà ad entrare di diritto alle Audizioni dal vivo nella sezione “Nuove proposte” della 71° edizione del festival di Sanremo. A giudicare le loro performance una squadra di giudici molto variegata: Bugo, Maria Antonietta, Riccardo Zannotti e Taketo Gohara.  La serata si terrà, come agli inizi del festival, nel Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme e varrà trasmessa in diretta in prima serata su Rai 2.

I giudici della 63° edizione del Festival di Castrocaro

Le esibizioni degli 8 giovani finalisti saranno valutate dal pubblico e da una giuria di esperti di Radio 2. Molto innovativo sarà invece il ruolo della squadra dei 4 giudici che saranno presenti sul palco durante la serata.

lagazzettadellospettacolo.it

Non, appunto, dei maestri pronti a dare un semplice giudizio, ma degli esperti il cui vero ruolo sarà quello di dispensare consigli. La squadra è molto variegata e sarà composta da Bugo, reduce dell’esperienza sanremese; la cantautrice indie Maria Antonietta; il produttore Taketo Gohara e Riccardo Zanotti, frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, gruppo arrivato 3° nell’edizione 2020 del Festival della Canzone Italiana.

Lucio Presta, organizzatore del Festival di Castrocaro e marito di Paola Perego, ha motivato la scelta dei compiti assegnati alla giuria dei 4 dichiarando che “sarà possibile così mantenere la leggerezza, il piacere e la gioia che caratterizzano un evento dedicato ai giovani, pur nella serietà e nell’importanza della manifestazione

Chi è Maria Antonietta?

Foto da Instagram

All’anagrafe Letizia Cesarini, nome d’arte Maria Antonietta. L’abbiamo recentemente vista salire sul palco di Sanremo ospite di Levante durante la serata dedicata ai duetti, affiancata dalla giovanissima Francesca Michielin. Maria Antonietta nasce a Pesaro nel 1987 ed inizia fin da ragazza a esplorare il mondo della musica. La sua prima esperienza degna di nota è quella di cantante e chitarrista insieme ad Alberto Baldolini nel duo Young Wrists, un gruppo dalle sonorità punk.

Nel 2011 decide di dedicarsi alla sua carriera da solista, scelta che la porterà nel 2012 all’album “Maria Antonietta” prodotto da Brunori Sas per la Picicca Dischi. Passa così dal punk del primo album ad uno stile più cantautoriale. Entrerà poi a far parte de La Tempesta, etichetta musicale indipendente e nel 2013 aderisce al progetto “Hai paura del buio”, festival culturale itinerante promosso dagli Afterhours.

Tra le sue esperienza anche quella di componitrice di musiche teatrali: nel 2017 ha composto le musiche di “Tutta casa, letto e chiesa” spettacolo di Franca Rame e Dario Fo.

Chi è Riccardo Zanotti, frontman dei Pinguini Tattici Nucleari?

Foto da Instagram

Classe 1994, Riccardo Zanotti è il frontman della band Pinguini Tattici Nucleari, arrivati 3° sul palco dell’Ariston nella 70°edizione del Festival di Sanremo. Dopo il diploma decide di trasferirsi a Londra per migliorare la lingua mentre, come moltissimi coetanei, si manteneva con un lavoro di cameriere. Ritornato in Italia decide di mettere su nel 2010 un gruppo musicale insieme ai suoi amici storici e da quel momento non lo ha più abbandonato. Il nome del gruppo deriverebbe dal nome di una birra prodotta dal birrificio britannico “Brew Dog”.

Il primo vero e proprio successo dei Pinguini arriva nel 2017 con il terzo album in studio “Gioventù brucata”, la cui cover è stata disegnata dall’illustratore napoletano Mattia Labadessa. Sono in tutto 4 gli album pubblicati fino ad ora e Riccardo Zanotti è l’autore di tutti i testi delle canzoni della produzione del gruppo.

 

Potresti leggere anche ->Festival di Castrocaro: chi sarà il nuovo talento della musica italiana?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here