Chi vuol essere milionario? Il concorrente vecchia conoscenza di Scotti

0
210

Chi vuol essere milionario? Il concorrente che ha già vinto 20mila euro, il 64enne Alberto Spiazzi, ha lavorato in passato proprio con Gerry Scotti

chi vuol essere milionario?
Alberto Spiazzi (screen trasmissione)

Chi vuol essere milionario? La nuova puntata andrà in onda eccezionalmente stasera su Canale5 e non giovedì per lasciare spazio alla partita di Super Coppa Europea Bayern Monaco – Siviglia.

Dall’ultima puntata c’è un nuovo concorrente che ha attirato le simpatie dei telespettatori. Si chiama Alberto Spazzi, ha sessantaquattro anni, veronese di nascita ma romano d’adozione ed è una vecchia conoscenza dello storico conduttore del programma.

Gerry Scotti, infatti, l’ha già incontrato nella sua lunga carriera in Mediaset. Spazzi si occupa di designer di costumi, pittura e scenografia e ha lavorato in una edizione di Donna sotto le stelle, trasmissione di moda condotta da Gerry Scotti dal 1993 al 1997.

Lo stesso conduttore in trasmissione ha svelato che avevano lavorato insieme. Ha infatti chiesto al concorrente in quale occasione e se fosse stato gradevole. Lui non ricordava di dove e quando fosse avvenuto ciò ed era stato informato del fatto dagli autori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calo di ascolti per la nuova stagione di “Chi vuol essere milionario”

Chi vuol essere milionario?, stasera nuova puntata

Buongiorno ragazze e ragazzi, vi ricordate che ci vediamo stasera su #canale5 e non giovedì per la nuova puntata, vero? 😄Ci vediamo lì! (e tanto poi vi riscriviamo…)

Gepostet von Chi Vuol Essere Milionario am Dienstag, 22. September 2020

Alla domanda Alberto Spazzi ha risposto che Scotti fu molto garbato e cortese e tanti sono state le collaborazioni che ha avuto. Dai film Noi tre e Festa di laurea di Pupi Avati e La villa di venerdì di Mauro Bolognini. Poi anche con il grande Franco Zefferelli in Un tè con Mussolini.

Nella puntata di stasera Spazzi partirà dalla domanda che in caso di risposta giusta gli farà staccare un assegno di 30mila euro. Quello di 20mila, invece, l’ha ottenuto rispondendo correttamente alla domanda sull’origine dell’insalata Caesar Salad.

Tra le varie opzioni ha scelto quella per cui l’origine è dovuta a Cesare Cardini, uno chef italiano che si trasferì in Messico per poi fare fortuna in Usa con la sua ricetta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Imma Tataranni 2, la serie di Matera nata dalla scrittrice locale

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here