La veglia per il transito di Padre Pio, una devozione che si rinnova – VIDEO

0
172

Il transito di Padre Pio: una devozione che non si esaurisce

Transito Padre Pio

Come ogni notte a cavallo tra il 22 e il 23 settembre, da 51 anni a questa parte, a San Giovanni Rotondo si rinnova la veglia di preghiera per il transito di Padre Pio verso la casa del Padre. Una veglia che, negli anni, è diventata il fulcro della devozione, una devozione che coinvolge tutta Italia e non solo. Grazie alla tecnologia, infatti, migliaia di credenti, anche la scorsa notte, hanno assistito alla preghiera in ricordo della morte di Padre Pio. Vediamo i dettagli.

Gepostet von Padre Pio TV am Dienstag, 22. September 2020

San Pio da Pietralcina

Padre Pio, anzi San Pio da Pietralcina, come da canonizzazione fortemente voluta da Papa Giovanni Paolo II e avvenuta a Roma il 16 giugno 2002 , al secolo Francesco Forgione, era nato a Pietralcina in provincia di Benevento il 25 maggio 1887. All’età di sedici anni entra nell’Ordine dei frati minori Cappuccini e dopo anni di umile e devoto servizio la notte del 20 settembre 1918 riceve il dono delle stimmate, le piaghe della Passione di Cristo. Da quel momento, anche se all’inizio avversato dalla stessa Santa Romana Chiesa, Padre Pio diviene frutto di grande devozione e strumento di diffusione della Fede.

La vita terrena

Nel corso della sua vicenda terrena Padre Pio svela al Mondo doti soprannaturali quali la capacità di emanare profumo percepito a distanza, la bilocazione, le ipertermie (come da accertamento scientifico poteva raggiungere la temperatura di 48 gradi corporei), la capacità di leggere nel cuore dei fedeli…e non, fino alle visioni mistiche e alla durissime lotte con il demonio. Per non tacere dell’eccezionalità del fatto che, all’atto della sua morte, le stimmate dalle quali aveva sanguinato ininterrottamente per 50 anni scompaiono improvvisamente.

Il transito di Padre Pio e la devozione

Tutto questo ha fatto di Padre Pio un Santo in vita, già prima che fosse ufficializzata la sua canonizzazione. Un Santo verso cui è diffusa una devozione immensa pari forse a quella di San Francesco. Un Santo, come il poverello di Assisi, comparso nella pienezza dei tempi. Un Santo adorato dal Popolo della Chiesa e che, come detto, anche la scorsa notte ha riempito (con le dovute precauzioni legate alla pandemia da coronavirus covid19) la Basilica di San Giovanni Rotondo per non tacere dei server di Padre Pio TV. Una devozione che si rinnova con sempre maggiore forza e che non si esaurisce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here