Daniele De Santis ed Eleonora Manta uccisi “con ferocia inaudita”

0
128

Il giallo del duplice omicidio di Lecce: Daniele De Santis ed Eleonora Manta uccisi “con ferocia inaudita”, parlano l’amica di lei e ‘Andrea’.

Eleonora Manta e Andrea De Santis

Resta il giallo sulla morte di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, l’arbitro di Lega Pro e la sua compagna, uccisi qualche notte fa a Lecce, in Via Montello, nei pressi dalla stazione ferroviaria. Infatti, la notizia di ieri sui sospetti riguardo a tal ‘Andrea’, un commerciante della zona, viene smentita dalla Procura di Lecce. L’uomo è stato anche intercettato da ‘Storie Italiane’ e ha dato la sua versione dei fatti: “È stato drammatico, è stato un brutto colpo, non me lo aspettavo proprio. Sono rimasto. Penso che l’unico collegamento sia per il nome, non so neanche come sia uscita la mia persona”.

Leggi anche –> Giallo di Lecce, Eleonora Manta ha urlato “Andrea” prima di morire

Duplice omicidio di Lecce: parla l’amica di Eleonora Manta

Il commerciante ribadisce che non conosceva la coppia, dunque la caccia al presunto assassino continua. Il nome di ‘Andrea’ sarebbe stato pronunciato da Eleonora Manta mentre veniva colpita a morte, su questo nome si starebbero concentrando i sospetti, ma l’uomo chiamato in causa non c’entrerebbe nulla con questa vicenda. Il commerciante lancia anche un auspicio: “Spero che si calmi tutto e si risolva tutto al più presto, soprattutto per i due ragazzi, che si trovi il colpevole”.

A ‘Storie Italiane’ ha parlato anche un’amica della ragazza uccisa in maniera brutale, che la conosce sin dai tempi delle superiori e con lei ha fatto anche l’Università. Sul rapporto tra lei e l’arbitro di calcio sottolinea: “Era perdutamente innamorata di Daniele, erano una coppia felice, affiatata in qualsiasi cosa che facevano, infatti avevano preso ultimamente la decisione di andare a vivere insieme però purtroppo è stata stroncata questa loro decisione”. L’amica la definisce “una ragazza trasparente” e sottolinea come Eleonora Manta non le avesse mai parlato di problematiche particolari, ad esempio di qualcuno che la tormentava.

Leggi anche –> Lecce, tragedia in Via Montello: uccisi l’arbitro De Santis e la fidanzata

L’autopsia sui cadaveri di Eleonora e Daniele rivela “una ferocia inaudita”

La caccia all’uomo dunque prosegue e stando a quanto si apprende da alcune fonti si starebbe stringendo il cerchio intorno all’assassino. Massimo riserbo viene comunque mantenuto in queste ore dagli inquirenti, dopo la fuga di notizie di ieri, poi rivelatasi infondata. Il medico legale Roberto Vaglio, intanto, ha eseguito ieri l’autopsia sui due corpi: per ben cinque ore ha ispezionato i cadaveri di Eleonora Manta e Daniele De Santis, provando a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto nella notte tra domenica e lunedì scorsi.

Stando a quanto riferito dal legale della famiglia della giovane uccisa, l’assassino si sarebbe accanito sui corpi dei due, in particolare su quello di lei, con “una ferocia inaudita”. Restano diversi i misteri da chiarire, a partire dal movente, che potrebbe essere quello passionale. Il fatto che passino i giorni senza una vera svolta sta però facendo emergere un’altra terribile ipotesi: i due giovani potrebbero non avere avuto mai nulla a che vedere con il loro assassino, almeno fino a domenica sera. Al momento tutto ruota intorno al nome di ‘Andrea’, un nome che dice tutto e niente: anche il vicino di casa della coppia e principale testimone si chiama così, ma stando ad altre “voci di paese” anche un ex della giovane porterebbe questo nome.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here