Giorgio Mastrota: “sarò solo un televenditore, ma sono felice”

0
203

Il re delle televendite si racconta e del suo lavoro dice: “Sarà ‘solo’ il televenditore, mi prenderanno pure per i fondelli, ma è solido”.

(Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Una laurea in Scienze Politiche presa a Milano e vincitore del titolo di Uomo ideale nel 1988, ma per tutti Giorgio Mastrota è il re indiscusso delle televendite. Una scelta controcorrente rispetto ai piani della sua vita ma di cui non si pente affatto. “Mi sono specializzato, sono felice – ha raccontato in un’intervista – Sono contento di quello che ho fatto. Mi diverto ancora e sono sereno”.

Tuttavia, in questi tempi di crisi economica dovuta allo scoppio della pandemia Covid-19, anche il settore pubblicitario è stato colpito, tanto che molti emittenti televisive sono state costrette a rivedere i palinsesti e gli orari. Mesi difficili per Mastrota e il suo lavoro che si vanno a sommare anche alla delusione del rinvio del suo matrimonio con la sua compagna costaricana Floribeth Gutierrez, manco a dirlo a causa del Coronavirus.

Giorgio però ci tiene a specificare che: “A Mediaset facciamo il test sierologico una volta alla settimana, facciamo una o due registrazioni ogni sette giorni”. Nell’intervista a Libero, inoltre, ha anche detto che nel suo settore “la vera ripercussione potrebbe avvenire adesso, siamo in un momento d’attesa”.

Leggi anche -> Che fine ha fatto Giorgio Mastrota? Dal passato con la Estrada alle nozze rimandate

La proposta dei reality e il suo rifiuto

Ma la vita di Giorgio Mastrota non si ferma soltanto alle televendite, un lavoro di cui va fiero e soprattutto che definisce “solido”. Nel frattempo, infatti, Giorgio si è trasferito con la compagna e i figli a Bormio, dove ha aperto anche un sito di vendita di prodotti locali, “Made in Valtellina”, e in cui vive felice e spensierato.

Forse, è anche per questo che non ha sentito l’esigenza di buttarsi in esperienze diverse da quelle che gli competono, come quelle di ospitate o partecipazioni ai più celebri reality show, come Pechino Express e Ballando con le stelle: “Mi hanno offerto anche Ballando con le stelle, ma andare due mesi a Roma, coi bimbi piccoli, non è fattibile, ho messo sempre avanti la famiglia”.

E riguardo la sua vita professionale passata, quella in cui ha condotto anche programmi Mediaset, Mastrota afferma: “Non ho voglia di rivalse. Gerry Scotti mi dice spesso: ‘Se non ci fossi stato io, tu avresti fatto tante cose’. Chissà”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here