Peppone Calabrese: da La Prova del Cuoco a Linea Verde

0
106

L’incredibile storia di Peppone Calabrese: da La Prova del Cuoco a Linea Verde, come il simpatico chef e inviato è arrivato in Rai.

(Instagram)

Sicuramente è uno dei personaggi della televisione pubblica che desta più curiosità: stiamo parlando di Giuseppe Calabrese, conosciuto semplicemente come “Peppone”, il quale allieta la trasmissione Linea Verde con la sua ironia e la sua verve. La sua avventura sul piccolo schermo è iniziata a La Prova del Cuoco, dove si è occupato di street food. Proviamo a conoscerlo meglio. Nato il 6 marzo nel 1975 a Potenza, fin dalla tenera età, inizia a occuparsi e a interessarsi di cibo e cucina.

Leggi anche: Ingrid Muccitelli, ex fidanzato storico Piero Chiambretti: perché è finita

Come Peppone Calabrese è passato dal suo bistrot alla Rai

Dopo le superiori, si è trasferito a Siena dove si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza. Tornato a Potenza, è diventato socio del bistrot “Cibò”, quindi quasi per caso incontra il mondo dello spettacolo. Un Capodanno di qualche anno fa gli ha infatti cambiato la vita. Ha spiegato lui stesso in un’intervista a La Gazzetta del Mezzogiorno: “La mia vita del resto è fatta di piccoli eventi che l’hanno cambiata ogni volta”. Il Capodanno è quello del 2016 e a Bari arriva la carovana di “L’Anno che verrà”, il programma di Raiuno che puntualmente ci accompagna nel nuovo anno.

Sarà Francesca Barra ad accorgersi di lui, mentre “girava le clip promozionali della regione per lo show di Capodanno” e “arrivò nel mio bistrot Cibò, con un signore”. Era un dirigente delle Rai: “Parlando mi ha detto che il giorno dopo doveva tornare a Roma in treno. ‘Anche io vado a Roma, ma in macchina, vuoi venire con me?’. Siamo partiti insieme e durante il viaggio abbiamo cominciato a conoscerci. Ha poi portato registi, autori del Capodanno nel mio locale”. Sembra poi tutto tornare alla normalità, ma in Rai si ricordano di lui quando serve un esperto di street food per una rubrica a La Prova del Cuoco. Il resto è storia nota.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here