Stasera in TV: su Cine34 “Onda su Onda” con Rocco Papaleo e Alessandro Gassman

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13
0
139

Lunedì 26 ottobre 2020, il canale Cine34 proporrà alle 21.05 la commedia italiana “Onda su Onda” con Rocco Papaleo e Alessandro Gassmann.

(locandina film)

Una serata tutta da ridere quella che propone il canale 34 del digitale terrestre: a partire dalle 21.05, infatti, andrà in onda la commedia italiana Onda su Onda, il film diretto e interpretato da Rocco Papaleo, alla sua terza regia dopo Basilicata Coast to Coast (2010) ed Una piccola impresa meridionale (2013). Tra i protagonisti del film, anche Alessandro Gassman e Luz Cipriota. Il film è stato girato interamente tra l’Italia e l’Uruguay ed è uscito nelle sale cinematografiche nel 2016, registrando un buon successo e un discreto incasso al botteghino. Rocco Papaleo, oltre ad essere il regista e uno degli interpreti del film, ha contribuito anche alla realizzazione delle musiche: porta la sua firma, ad esempio, la canzone Buena Onda.

Leggi anche -> Stasera in TV: su Rai1 il gran finale di “Io ti cercherò”. Anticipazioni

“Onda su Onda”: trama e cast del film

Due uomini con storie e caratteri completamente diversi, intrecciano le loro vite su una nave diretta a Montevideo, in Uruguay. Ruggero (Alessandro Gassman) è un uomo molto solitario: fa il cuoco, ha l’inclinazione da psicologo e filosofo al contempo e, a causa di una delusione d’amore, non scende da quella nave da ben 4 anni. L’atro invece è Gegè (Rocco Papaleo), un esuberante cantante di musica leggera ormai in declino, che deve raggiungere la capitale uruguaiana per un concerto, un’occasione imperdibile per il suo rilancio.

Tra i due non scorre immediatamente buon sangue ma un evento inaspettato li costringerà ad una amicizia forzata. A Montevideo, ci sarà una donna ad accoglierli, Gilda Mandarino (Luz Cipriota), l’organizzatrice del concerto a cui Gegè deve prendere parte. Ma non tutto andrà come previsto e la capitale uruguaiana diventerà presto lo scenario in cui i due uomini cercheranno il loro senso di rinascita.

Leggi anche -> Live – Non è la D’Urso, ma neanche uno spettacolo: flop di ascolti